26 febbraio 2019

Recensione "Un maledetto lieto fine" di Bianca Marconero

Buon inizio settimana, lettori! Oggi vi lascio la recensione di "Un maledetto lieto fine" di Bianca Marconero. Buona lettura!

Titolo: Un maledetto lieto fine
Autore: Bianca Marconero
Pagine: 349
Editore: Newton Compton
Link d'acquisto

Agnese ha diciannove anni, è la figlia di un senatore piuttosto influente e ha ricevuto un'educazione rigida. Le piace disegnare ma ha messo i sogni nel cassetto e si è iscritta a Giurisprudenza. Dopo la morte della madre, ha imparato a nascondere a tutti i suoi veri sentimenti ed è diventata la classica ragazza ricca, perfetta, composta e fredda, ma in realtà piena di insicurezze. Quando la sua incapacità di lasciarsi andare allontana il ragazzo di cui è innamorata da anni, Agnese capisce di avere bisogno di aiuto. Vorrebbe qualcuno che le insegni a essere meno impacciata e Brando, il suo fratellastro appena acquisito, sembra proprio la persona giusta. Lui lavora di notte, suona in una band, e cambia ragazza ogni sera. Peccato che il bacio che i due si scambiano per "prova" sia lontano anni luce da un esercizio senza conseguenze. Così le loro lezioni di seduzione ben presto diventano qualcosa di più... Brando saprà insegnare ad Agnese che la lezione più importante di tutte è abbandonarsi alle emozioni? Basta un corso di "seduzione" per imparare a lasciarsi andare?


Recensione "Un maledetto lieto fine" di Bianca Marconero

Appena terminato questo libro sono rimasta dieci minuti buoni a fissare il nulla, in preda alle emozioni, ma anche cercando di decifrare quello che provassi di fronte a questa storia. Sicuramente è un libro diverso da quelli che ha scritto Bianca Marconero, ma allo stesso tempo non mi è sembrato di leggere qualcosa di "non suo". I personaggi, in primis, hanno piccole sfumature che mi hanno ricordato altri personaggi di cui l'autrice ha già scritto. Ad esempio Agnese e Brando mi hanno ricordato Marianna (o Andrea) e Marco, ma allo stesso tempo non potrebbero essere più diversi di così. 

E' un libro diverso da quelli che ha scritto Bianca perché qui ci troviamo davanti una storia con una buona componente erotica. E io non me l'aspettavo (anche se, dopo "Un altro giorno ancora", dovevo anche immaginarlo che prima  o poi un libro del genere da parte della Marconero l'avrei letto, ma ad ogni modo non mi è dispiaciuto. Non è il mio genere preferito, ma se la parte erotica è scritta bene approvo, e qui lo è. Però è diverso soprattutto perché per certi aspetti potrebbe rientrare nella categoria dark romance. Si tratta di pochissime scene, ma sono comunque quelle che in un primo momento mi hanno lasciata interdetta, che hanno richiesto dei momenti lunghissimi di riflessione perché, ecco, non mi sembravano tanto dell'autrice e volevo capire il perché le avesse inserite e il loro ruolo nella storia. Che abbia voluto seguire una moda o c'è un valido motivo? E alla fine credo di essere arrivata ad una conclusione, ovvero che la storia di Brando e Agnese è talmente intesa, emozionante, totalizzante da essere distruttiva, malsana. E non perché sono fratellastri, ma per il fatto che insieme sono devastanti. Si amano, si umiliano, si distruggono. C'è sempre un non detto che causa fraintendimenti, ci sono segreti e comportamenti sui quali non si può sorvolare. 

Entrambi i personaggi, Agnese e Brando, mi sono piaciuti. Lei apparentemente fredda e distaccata, lui bello e dannato. Insieme sono una coppia esplosiva. Purtroppo però mancava qualcosina per farmeli amare. Penso proprio che siano due personaggi che hanno ancora molto da dire, per questo sono felice che l'autrice abbia deciso di scrivere un secondo volume (si chiamerà Un maledetto per sempre). Leggendo Un maledetto lieto fine ho avuto l'impressione di leggere una storia prequel che avesse lo scopo di introdurci Agnese e Brando, ma penso proprio che il meglio deve ancora venire (e io non vedo l'ora!). Quindi tutto sommato mi è piaciuto. Non una lettura perfetta, ma allo stesso tempo una lettura sexy, divertente, romantica, triste, crudele. L'ho divorata in pochissimo tempo.

Giudizio finale: 4⭐

Adesso si attende con ansia il secondo volume. Voi cosa ne pensate di questo libro? Fatemi sapere!

Altri libri di Bianca Marconero: Albion, Albion - Ombre, Un altro giorno ancora, Non è detto che mi manchi, L'ultima notte al notte, La prima cosa bella

14 commenti:

  1. Sono d'accordo quando dici che si vede che è Bianca che scrive e allo stesso tempo è diverso. In realtà la parte "erotica" non l'ho trovata eccessiva, ho letto cose più spinte... secondo me non rientrerebbe nel dark.
    Per me però ha quasi superato il libro di Andrea ed Elisa, che era il mio preferito e ora invece è pari a questo, per me stupendo così com'è! Certo, ci sta scrivendo il seguito ben venga *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, dark romance proprio no, ma ha delle sfumature di quel genere secondo me!
      Guarda, io accetterei pure quel finale, però questi personaggi hanno tantissimo da dire e sarebbe un peccato che non leggere ancora di loro!

      Elimina
  2. Che bello vedere "divertente", "triste" e "crudele" nella stessa frase. Perché è esattamente lì, su quel confine inventato, che doveva trovare il suo equilibrio la storia! Grazie di cuore 💖

    RispondiElimina
  3. Aspettavo questa recensione! Ho seguito passo passo i tuoi commenti su Instagram ed ero davvero curiosa di conoscere il tuo parere.
    Dell'autrice io sono rimasta ad 'Albion', anche se ho già il secondo in libreria. Devo recuperare qualcos'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente! E' una delle poche autrici che seguo e leggo costantemente perché mi piace molto come scrive :)

      Elimina
  4. ho adorato questo libro per me tra i più riusciti di Bianca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io devo ammettere di aver apprezzato di più altri suoi lavori, ma di sicuro questo è uno dei suoi che si legge in un soffio talmente è coinvolgente!

      Elimina
  5. Questo è un libro che ho amato, sono contenta che l'autrice abbia deciso di regalarci un seguito alla storia, ma se fosse terminata qui, per me sarebbe stato un finale adeguato. Un finale che forse disegna la maturità finalmente raggiunta del personaggio di Agnese che per tutto il libro ha peccato un po' di ingenuità e forse di immaturità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'avrei accettato pure io, però sarebbe stato un peccato non poter esplorare ancora il loro rapporto. Sono personaggi che hanno ancora molto da dire, quindi il seguito non sarà di troppo!

      Elimina
    2. Sì assolutamente sì, fosse per me mi leggerei tanti altri di libri su di loro :)

      Elimina
  6. Ciao, anche io non amo molto le parti erotiche della prima metà della storia ma è una questione mia in generale non legata all'autrice che scrive molto bene. Il finale è stato devastante, sono rimasta con il libro in mano come una scema😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  7. concordo con il tuo pensiero anche se per me è perfettto così, senza bisogno di una prosecuzione

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.