31 ottobre 2018

Questione di incipit #2 halloween edition

Ciao lettori! Oggi torna la rubrica in collaborazione con Denise nella quale commentiamo gli incipit di quattro libri. Devo ammettere che è molto utile leggere le prime pagine perché mi aiuta a farmi un'idea della storia e in caso decidere se tenere o meno un libro in wishlist. Vero che il nostro parere potrebbe cambiare, però il tempo è poco, meglio scegliere con cura cosa leggere. Per questo appuntamento abbiamo scelto dei titoli perfetti per Halloween. Buona lettura!
Questione di incipit è una rubrica in collaborazione con Reading is believing. Ogni mese leggeremo l'incipit di quattro libri e vi lasceremo le nostre prime impressione. Ci tengo a sottolineare che il nostro giudizio non è definitivo perché scaturito dalla lettura di pochissime pagine. 

➡️ Leggi il post di Denise ⬅️


Le terrificanti avventure di Sabrina: 1

Benvenuti a Greendale, a due passi da Riverdale. Metà strega e metà mortale, Sabrina Spellman si gode il meglio della sua condizione passando le giornate al liceo con il suo ragazzo Harvey e studiando la magia con le zie Hilda, Zelda e il suo gatto parlante Salem... finché l'orrore sepolto nel passato della sua famiglia non torna a minacciare la sua vita e quella di tutte le persone che ama! Tra sacrifici umani, empi rituali e amori tragici, il mondo della stregoneria non è mai stato così oscuro!
Visto che di recente è uscita la serie tv Netflix, abbiamo deciso di inserire la graphic novel a cui è ispirata. Devo ammettere che lo stile dei disegni non mi fa impazzire tantissimo (chissà, magari però leggendo il resto cambio idea), fa molto fumetti vecchio stile, però ho apprezzato le tonalità scure e un quel tocco di arancio che fanno molto autunno-halloween. Il tutto mi è sembrato un pochino macabro il che rende il fumetto ancora più affascinante. La storia è coinvolgente e interessante, mi ispira molto di più della serie (che personalmente al momento non mi fa impazzire). Quindi per me è un SI (o anche "DEVO PROCURARMELO PRESTO").

🎃🎃🎃

Da più di cinquant'anni, Londra è scossa da quello che i suoi abitanti chiamano genericamente "Il Problema", ovvero un'epidemia di fantasmi che ha infestato tutta l'Inghilterra. Gli unici a poter vedere, sentire e combattere gli spiriti maligni sono i ragazzini, arruolati nelle numerose agenzie di acchiappafantasmi. Armati di spade d'argento, bombe di sale, limatura di ferro e Fuoco Greco, questi ghostbuster bambini devono affrontare le più terribili infestazioni. Ed è proprio alla ricerca di un lavoro che Lucy Carlyle, una giovane e talentuosa agente, si reca nella capitale, ma finisce per essere assunta dall'agenzia più piccola e sgangherata di tutte. Nonostante la guida dell'affascinante e carismatico Anthony, la Lockwood & Co. è sull'orlo del fallimento. Per salvarla c'è solo una possibilità, accettare un incarico molto speciale. Peccato che preveda di trascorrere la notte nella casa più infestata d'Inghilterra e nessuna garanzia di uscirne vivi... 
Questo mi ispirava parecchio, ma devo ammettere che il primo capitolo mi ha lasciata abbastanza perplessa. Sicuramente mi aspettavo qualcosa di diverso, magari uno stile più per ragazzini, visto che l'età di lettura consigliata è dai 9 agli 11 anni. I personaggi mi hanno confuso, non riuscivo a capire se fossero ragazzini oppure ragazzi più grandi. Sicuramente un capitolo è poco per capire se possa effettivamente piacermi, ma se prima mi lo desideravo tantissimo, adesso sono parecchio confusa. Al momento è un "vedremo".

👻👻👻

City of ghosts

(TRAMA TRADOTTA DA ME) Da quando Cass è quasi annegata (ok, è annegata, ma a lei non piace pensarci), può oltrepassare il Velo che separa la vita dalla morte... e entrare nel mondo degli spiriti. Persino il suo migliore amico è un fantasma. Quindi le cose sono già abbastanza strane. Ma stanno per diventarlo ancora di più. Quando i genitori di Cass iniziano una show televisivo sui posti più infestati del mondo, la famiglia si trasferisce ad Edimburgo, in Scozia. Qui i cimiteri, i castelli e i passaggi segreti pullulano di fantasmi. E quando Cass incontra una ragazza che condivide il suo dono, realizza quanto deve ancora imparare sul Velo e su se stessa. E deve imparare in fretta. La città dei fantasmi è molto più pericolosa di quanto immaginasse. 
Ero già abbastanza convinta di acquistare il libro della Schwab, ma dopo aver letto giusto un paio di pagine non ho più dubbi: deve essere mio! E' accattivante sin da subito, mi sono dovuta fermare perché davvero rischiavo di comprarlo all'istante. Già il modo in cui viene introdotta la storia mi ha fatto innamorare. E poi c'è Jacob, il fantasma, che sembra essere un tipo interessante. Inoltre è abbastanza semplice l'inglese, quindi è un grande e grosso SI.

🎃🎃🎃

The Outsider

La sera del 10 luglio, davanti al poliziotto che lo interroga, il signor Ritz è visibilmente scosso. Poche ore prima, nel piccolo parco della sua città, Flint City, mentre portava a spasso il cane, si è imbattuto nel cadavere martoriato di un bambino. Un bambino di undici anni. A Flint City ci si conosce tutti e certe cose sono semplicemente impensabili. Così la testimonianza del signor Ritz è solo la prima di molte, che la polizia raccoglie in pochissimo tempo, perché non si può lasciare libero il mostro che ha commesso un delitto tanto orribile. E le indagini scivolano rapidamente verso un uomo e uno solo: Terry Maitland. Testimoni oculari, impronte digitali, gruppo sanguigno, persino il DNA puntano su Terry, il più insospettabile dei cittadini, il gentile professore di inglese, allenatore di baseball dei pulcini, marito e padre esemplare. Ma proprio per questo il detective Ralph Anderson decide di sottoporlo alla gogna pubblica. Il suo arresto spettacolare, allo stadio durante la partita e davanti a tutti, fa notizia e il caso sembra risolto. Solo che Terry Maitland, il 10 luglio, non era in città. E il suo alibi è inoppugnabile: testimoni oculari, impronte, tutto dimostra che il brav'uomo non può essere l'assassino. Per stabilire quale versione della storia sia quella vera non può bastare la ragione. Perché il male ha molte facce. E King le conosce tutte.
Ovviamente non poteva mancare il nuovo libro di King, uscito da pochissimo. C'è poco da dire perché mi ispira tutto da questo autore e, anche se non avrà la precedenza perché mi sa che è più thriller che horror (e al momento preferisco dedicarmi ai "classici" come It che sto leggendo in questo periodo), primo o poi sicuramente lo farò. Mi limito a dire che già nelle prime pagine vengono descritte scene crude e raccapriccianti. Dunque anche un SI per King.

👻👻👻

Cosa ne pensate di questi libri? Li avete letti o pensate di farlo? Fateci sapere!

4 commenti:

  1. La Schwab prima o poi la recupero, idem per King (ma lui più alla svelta perchè è in italiano!)

    RispondiElimina
  2. È divertente vedere che quello che più ti ha lasciata perplessa de La scala urlante è proprio quello che invece a me è piaciuto :'D
    Per il resto vedo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda *o*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero XD non so, mi aspettavo uno stile più fresco, leggero.

      Elimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.