20 febbraio 2018

Recensione "Chiamami col tuo nome" di André Aciman

Ciao lettori, finalmente riesco a trovare un po' di tempo per parlarvi di uno degli ultimi libri letti: Chiamami col tuo nome di André Aciman. Curiosi di sapere cosa ne penso (anche se alcuni di voi immagino lo avranno capito!)?

Titolo: Chiamami col tuo nome
Autore: André Aciman
Pagine: 271
Editore: Guanda
Anno: 2017
Compralo su amazon
Vent'anni fa, un'estate in Riviera, Elio ha diciassette anni, e per lui sono appena iniziate le vacanze nella splendida villa di famiglia nel Ponente ligure. Figlio di un brillante professore universitario, musicista sensibile, decisamente colto per la sua età, Elio aspetta come ogni anno «l'ospite dell'estate, l'ennesima scocciatura»: uno studente in arrivo da New York per lavorare alla sua tesi di post dottorato. Ma Oliver, il giovane americano, subito conquista tutti con la sua bellezza e i modi disinvolti, quasi sfacciati. Anche Elio ne è irretito.
I due ragazzi condividono conversazioni appassionate su libri e film, discussioni sulle loro comuni origini ebraiche, e poi nuotate mattutine, partite a tennis, corse in bici e passeggiate in paese. E tra loro nasce un desiderio inesorabile quanto inatteso. La scoperta di quei giorni estivi e sospesi in Riviera e di un'afosa notte romana è quella, irripetibile, di un'intimità totale, assoluta. Perché l'intensità, la forza di quell'esperienza, l'autenticità di quei sentimenti sono destinate a rimanere insuperate.

Recensione "Chiamami col tuo nome" di André Aciman

Quando ho visto il trailer del film la prima cosa che ho pensato è stata "DEVO AVERE QUESTO LIBRO. E SUBITO". E così è stato. Una volta finito quello in lettura, mi ci sono buttata a capofitto.

Sinceramente mi aspettavo molto, ma molto di più! 
Innanzitutto il fatto che non ci siano capitoli è stancante. Se sei un tipo che divora libri in pochissime ore potrebbe anche starci, ma per una persona che non può leggere più di un tot di pagine alla volta perché ha poco tempo (come nel mio caso) o perché si sta annoiando (anche questo nel mio caso) è snervante non potersi fermare se non dopo un lasso di tempo abbastanza lungo. La divisione in quattro parti della storia ha assolutamente senso e l'ho apprezzata, decisamente, però davvero, non mi sarebbe dispiaciuto se ci fossero stati dei capitoli, così avrei evitato di sforzarmi a leggere anche quando non ne avevo voglia \ tempo (pure i vari paragrafi erano abbastanza lunghi!). Lo so che questa è una piccolezza, lo capisco, ma sicuramente avrebbe migliorato il mio giudizio nei confronti di questo libro.

Detto questo, passiamo alla storia. Come ho già specificato, la storia è divisa in quattro parti, ognuna con un significato ben preciso. La prima è quella che mi è piaciuta di più. I pensieri di Elio mi affascinavano, mi catturavano e mi tenevano incollata al libro. Prima che finissi la parte, però, erano già diventati un po' ripetitivi. E ho avuto questa sensazione per gran parte del libro.

Nella seconda parte già iniziavo a crollare. Finalmente qualcosa cambia tra Elio e Oliver, non vedevo l'ora, ma il tutto si trasforma in un erotico. Non che mi sia dispiaciuto, però quello che inizialmente percepivo come desiderio da parte di Elio ad un certo punto si trasforma in ossessione. E ci sono anche delle scene a testimoniarlo (la scena della pesca o quella del costume, tanto per citarne due).

E mentre leggevo la seconda parte, è subentrata la noia. Ci sono scene che ho apprezzato, non posso negarlo, ma quando sei a metà libro e non vedi l'ora di finirlo e non perché sei curiosa di sapere cosa succederà, ma perché vuoi passare ad altro, è un brutto segno. Il resto del libro mi ha lasciato piuttosto indifferente, principalmente perché Elio e Oliver non riuscivano più ad affascinarmi come all'inizio del libro. Come quando desideri qualcosa ardentemente e, quando la ottieni, sei deluso perché speravi fosse meglio.

Per un attimo ho creduto davvero che questo libro potesse essere intenso e commovente come mi aveva fatto intendere il trailer del film. Sinceramente sto anche iniziando a pensare che sia così apprezzato perché c'è una coppia lgbt+ di mezzo, quando di libri con questo tema (anche se qui le difficoltà di essere omosessuale non vengono completamente affrontate) ce ne sono di migliori secondo me (Aristotele e Dante scoprono i segreti dell'universo tanto per fare un esempio). Certo, non è che il libro sia da buttare (come ho già scritto, una parte non mi è dispiaciuta), per carità, ma penso che sia decisamente sopravvalutato.

Mi piacerebbe leggere le vostre opinioni al riguardo! Vi è piaciuto? E perché? Oppure siete d'accordo con me? 

14 commenti:

  1. non l'ho letto, ero curiosa per via del film. Ho letto diversi pareri, soprattutto positivi, ma sono preoccupata per la lentezza che tutti dicono ci sia. In più l'assenza dei capitoli disturba anche me, ti capisco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. be', fammi sapere decidi di leggerlo, sono molto curiosa!!

      Elimina
  2. A me non ispira moltissimo.
    Comunque vai tranquilla, io ho sentito più pareri negativi che positivi, quindi te vai proprio alla grande ahahahhaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sul serio? io ho letto solo elogi XD
      Comunque mi sento meglio se mi dici così ahahah

      Elimina
  3. A me è piaciuto, nonostante i capitoli inesistenti, che di solito io odio, non ho faticato a leggerlo. Non l'ho trovato nemmeno lento, e decisamente la mia parte preferita è la terza. Forse a me è piaciuto tanto perchè mi sono immedesimata tantissimo in Elio, anche io spesso mi faccio tutte le pare mentali che si è fatto lui, e ripetutamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le seghe mentali ci stanno, però caspita, di 271 pagine almeno 3\4 sono sempre le stesse cose e, togliendole, secondo me, resta ben poca sostanza! Della terza parte io ho apprezzato l'incontro con lo scrittore. Un po' ho invidiato Elio!

      Elimina
  4. Ma... Io sono l'unica al mondo non interessata ne al libro ne al film??? >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo Ilenia, sei la seconda persona che conosco non interessata al libro XD

      Elimina
  5. So che deve uscire il film perché lo sto leggendo ovunque, ma non ho ancora visto il trailer e non sono molto curiosa, quindi per ora non me lo andrò a cercare, però il libro mi ispirava abbastanza, anche se certe cose che hai scritto non mi hanno proprio fatto impazzire, soprattutto per l'assenza di capitoli... io già ho problemi con i capitoli lunghi, se non ci sono proprio per me è una croce!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film è già uscito XD però a quanto pare non sono tante le sale che lo proiettano (te pareva!). Comunque io non te lo sconsiglio del tutto perché non è un libro pessimo e a molti è piaciuto, però valuta tu. :)

      Elimina
  6. Il film mi ha incuriosito, ma io detesto i film italiani, quindi nisba, ciaooo. E poi quelli troppo acclamati mi infastidiscono a prescindere ^^".
    Comunque, mi sbilancio (anche se non dovrei farlo perché non ho letto nemmeno uno stralcio del libro e questa è la prima recensione in assoluto che vengo a spiare) e dico che se questo romanzo ha avuto tanta pubblicità perchè la coppia appartiene alla classe lgbt+... be', ma svegliaaa, non è mica il primo libro a trattarlo??? U_U" Cioè, e tutti gli mm che ho letto in questi anni che sono? Bah.

    RispondiElimina
  7. Non l'ho letto, ma la tua recensione mi incuriosisce :)

    RispondiElimina
  8. Grazie mille per la tua recensione , mi incuriosiva ma se è così lento me lo evito molto volentieri !

    RispondiElimina
  9. Non l'ho letto, ho solamente visto il film, che effettivamente si basa molto su silenzi e sguardi. La materia narrativa non deve essere molta: è quello che ho pensato vedendo il film.

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.