19 giugno 2018

Guadagnare con i blog (ma non con quelli di libri)

Che con un blog si possa guadagnare ormai lo sa pure mia nonna.
Io avevo sentito qualche voce quando avevo creato Divoratori di libri (cinque anni fa), ma ero un po' incredula, per non parlare del fatto che non mi interessasse completamente l'argomento, principalmente perché il mio blog era una sorta di diario in cui potevo cazzeggiare in santa pace. Questo prima che crescesse e diventasse qualcosa di più.

15 giugno 2018

Conclusione gruppo di lettura "L'amica perfetta" di E. Lockhart

Siamo giunti alla conclusione della lettura de L'amica perfetta di Lockhart (perdonate il ritardo!). Di seguito il riepilogo della quarta tappa e un brevissimo parere (non voglio dilungarmi troppo perché pubblicherò una recensione).

I riepiloghi precedenti li trovate qui:

Riepilogo capitolo 3,2,1,19

In questi capitoli scopriamo che il piano di Jule in parte è stato architettato dai genitori di Imogen (ma la pazzia è tutta farina del suo sacco.. non che i genitori di Imogen stiano tanto bene con la testa, eh). Infatti si incontrano ad una serata in un istituto dove Jule sta sostituendo la sua coinquilina in un catering. 

Viene invitata a cena dove discutono del piano. A Jule servono soldi e ai genitori serve qualcuno che possa capire sua figlia (alias una ragazza adottata) e riportarla a casa. Durante la cena hanno modo di parlare di Imogen e rivelano alcuni episodi della sua vita (come la scena del ballo) che Jule non ci penserà due volte a sfruttare.  All'inizio pensavo che Jule fosse stata sempre ossessionata da Imogen, cioè che lo fosse fin dai tempi della scuola, ma a quanto pare è un sentimento che in realtà è nato dopo, quando si sono incontrate a Martha's Vineyard. Però Jule è sempre stata bugiarda, su questo non ci sono dubbi.

Alla fine torniamo al presente, un anno dopo. La pessima detective che le dava la caccia in realtà pensa che Imogen abbia rubato l'identità di Jule e che Imogen sia Jule. Dopo un breve inseguimento e lotta tra i due, Jule riesce a scappare e.. TUTTO QUI.

Onestamente sono rimasta parecchio delusa da questa lettura. Mi aspettavo molto di più, qualche colpo di scena che mi avrebbe lasciato a bocca aperta, invece è stato tutto abbastanza banale. Alcuni aspetti del libro non sono stati per niente approfonditi

In particolare di questi capitoli non ho capito bene questi due punti:
▶️ Prima che succedesse tutto ciò, Jule dice di aver incontrato un certo Neil che le offre un lavoro. Ora, non si capisce di che lavoro parla, se magari lui c'entra qualcosa con tutta questa storia, perché altrimenti sembra una scena buttata lì tanto per fare numero. 
▶️ Forrest non ha mai creduto alla versione del suicidio, eppure non dicono che cosa pensasse. Dubito che credesse alla versione della detective, semmai potrebbe aver sospettato di Jule, ma purtroppo non viene svelato.

Boh, sembra che l'autrice abbia avuto un'idea, ma poca voglia di svilupparla. Non è stata una lettura brutta perché l'ho letto con piacere e anche parecchio velocemente, però non sono per niente soddisfatta. 

Voi cosa ne pensate? Potete leggere le considerazioni finali de Il tempo dei libri qui.

13 giugno 2018

Libro vs Film: le pagelle de "La quinta onda"

Ciao lettori! Ricordate la recensione de La quinta onda in collaborazione con La cercatrice di libri? Era solo un'anticipazione della nuova rubrica in collaborazione con Elsa! Infatti oggi iniziamo la serie "le pagelle" in cui mettiamo a confronto un libro che abbiamo letto con la trasposizione cinematografica. E oggi partiamo ovviamente con La quinta ombra di Rich Yancey!

4 giugno 2018

May Thoughts \ di artisti e stelle

Anche se nelle settimane scorse ho pubblicato, non mi sento del tutto presente qui sul blog. Manca un mese agli esami e sto cercando di potarmi avanti, quindi immagino che l'attività qui e in generale le mie letture rallenteranno :c

Letture in corso

30 maggio 2018

Questione di incipit #1

Oggi inizia una nuova rubrica mensile in collaborazione con Reading is believing in cui commenteremo quattro incipit (o meglio, i capitoli disponibili nell'estratto di amazon) di libri che sceglieremo di volta in volta in base a dei particolari criteri (e non). Per questo appuntamento ci siamo concentrati su libri usciti negli ultimi mesi.
Ci tengo a sottolineare che si tratta di prime impressioni scaturite dalla lettura di qualche pagina (delle volte anche meno!) e che il mio giudizio potrebbe anche non essere definitivo. Chissà, magari leggendo ottime recensioni potrei anche cambiare idea. 


Luna 2, Rick Lake 

(scheda amazon)


Non sono riuscita nemmeno a finire l'estratto. A darmi fastidio è stato lo stile dell'autore perché utilizza le abbreviazioni dei messaggi. In un testo di narrativa. Ora, io capisco che è un libro indirizzato ad un pubblico giovane, ma le abbreviazioni le posso tollerare appunto se si tratta di messaggi. Scusate ma non ce l'ho fatta a leggere "&" al posto di "e", "1" (e altri numeri) al posto di "un" (sì, avete capito bene, al posto dell'articolo indeterminativo!) e "x" al posto di "per". Sinceramente non sono sicura di poter sopportare 400 pagine scritto in questo modo. Per quanto riguarda la storia, sin da subito mi sono sentita disorientata e alla fine ho fatto fatica ad andare oltre le prime pagine.
Per me è un NO


✨✨✨

Warcross, Marie Lu 

(scheda amazon)


Con il libro della Lu è andata decisamente meglio. Seppur il suo stile sia abbastanza sempliciotto (frasi brevissime), devo ammettere che non mi è dispiaciuto e mi ha coinvolto. Sulla storia non mi sono fatta un'idea precisa. Ho letto circa due capitoli e sembra interessante e coinvolgente, però non mi ha convinto al cento percento. Avete presente quando leggete un libro, vi piace, ma c'è qualcosa che non ve lo fa adorare del tutto? E' questa l'impressione che ho avuto con il libro della Lu. Per intenderci mi è sembrata una lettura che potrebbe essere piacevole, ma niente di più ecco. Quindi penso che al momento non sarà una delle mie priorità. 
Per me è un "CI PENSO SU".



✨✨✨

Fidanzati dell'inverno, Christelle Dabos 

(scheda amazon)


Ero curiosa su questo, ma anche abbastanza insicura perché mi ricorda altri libri che non mi convincono (Wintersong, tanto per citarne uno). Ammetto senza vergogna di aver letto giusto una paginetta. E non perché non mi stesse piacendo, anzi, sin da subito mi sono sentita coinvolta e affascinata dalla storia e ho deciso che sarebbe stato meglio interrompere la lettura subito perché sono sicura che una volta finito l'estratto avrei voluto avere nelle mie mani il libro tipo all'istante! Sembra proprio una di quelle storie con le pagine intrise di magia.
Per me è .




✨✨✨


U4 - Koridwen, Yves Grevet 

(scheda amazon)


E infine, passiamo a questo libro uscito il mese scorso e che ho visto praticamente ovunque su instagram. Anche di questo ho letto soltanto un capitolo, ma è uno di quei libri che non mi hanno convinto sin da subito. Non so, troviamo qualche elemento interessante, ma a non avermi fatto impazzire è lo stile dell'autrice, mi è sembrato poco coinvolgente.
Per me è un "CI PENSO SU", ma non mi ha fatto un'ottima impressione..credo che leggerò qualche opinione, ma non sono molto convinta.





✨✨✨

Cosa ne pensate di questi libri? Li avete letti? Vi ispirano?
Correte a leggere il post di Denise!

28 maggio 2018

Gruppo di lettura "L'amica perfetta" di E. Lockhart | riepilogo seconda tappa

Ciao lettori! Ecco il riepilogo dei capitoli 13, 12, 11, 10 e 9 del libro L'amica perfetta di E. Lockhart. Vi ricordo che se volete unirvi al gruppo di lettura siete ancora in tempo. Io praticamente l'ho finito tutto in pochissimi giorni (ma state tranquilli, questo post l'ho scritto prima di proseguire con la lettura!).

Titolo: L'amica perfetta
Autore: E. Lockhart
Pagine: 315
Editore: De Agostini
Scheda amazon
È furba, decisa, determinata. Jule West Williams nella vita ha subito tante ingiustizie e sa che cosa significa non avere niente. È per questo che ora nulla la spaventa. Jule non ha paura di scappare, innamorarsi, reinventarsi in mestieri e vite sempre nuove, ma anche sempre più pericolose. Ed è proprio tra una vita e l'altra che Jule incontra Imogen: lei è ricca, di buona famiglia, vive a Martha's Vineyard e ha tutto ciò che Jule ha sempre desiderato. Tra loro c'è subito intesa. L'intesa diventa amicizia. Ma l'amicizia si trasforma presto in ossessione, perché Jule vuole tutto ciò che possiede Imogen. E in un attimo, il legame tra loro diventa un vortice che gira sempre più veloce.

24 maggio 2018

Review Party: Recensione graphic novel "STELLE O SPARO" di Nova

Esce oggi "Stelle o Sparo" di Nova. Per l'occasione la Bao Pubblishing ha organizzato un review party. Di seguito potete leggere la mia recensione di questa graphic novel!

Titolo: Stelle o Sparo
Autore\Illustratore: Nova
Pagine: 160
Editore: Bao Publishing
Anno: 2018
Scheda Amazon
Due amiche, un momento di crisi. L’idea di una vacanza su un’isola, vissuta come se fossero pirati. La ricerca di un senso alla propria vita, l’incontro con un bambino enigmatico, che forse è portatore di una solitudine complementare a quella di Stella, la protagonista. Una storia delicata, intensa, scandita da dialoghi fulminanti e illuminanti, permeata dal desiderio di comprendersi e raccontarsi, in un mondo che amplifica il caos che abbiamo dentro grazie a quello che ci crea intorno. Tanto che a volte abbiamo così paura del buio da dimenticarci quanto sia importante, ogni tanto, vedere le stelle.

10 maggio 2018

Recensione libro "La quinta onda" di Rick Yancey

Ciao lettori! In collaborazione con La cercatrice di storie oggi vi lasciamo la recensione del primo volume della serie La quinta onda di Rick Yancey. Fatemi sapere cosa ne pensate!

Titolo: La quinta onda (the fifth wave #1)
Autore: Rick Yancey
Pagine: 504
Editore: Mondadori
Anno: 2014
Scheda amazon

Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che loro arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da loro, esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l'unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare.
In un'avventura che mescola la suspence de La guerra dei mondi e l'azione di Io sono leggenda, Rick Yancey narra l'avvincente lotta di una giovane donna determinata e temeraria.

7 maggio 2018

Iscrizioni gruppo di lettura "L'amica perfetta" il nuovo thriller young adult dell'autrice de "L'estate dei segreti perduti"

Ciao lettori! Sono lieta di presentarvi "L'amica perfetta" il nuovo libro di E. Lockhart che qualche annetto fa ha esordito con L'estate dei segreti perduti (che avevo apprezzato molto!). Sono secoli che aspetto di leggere qualcosa di nuovo di questa autrice e grazie alla DeA il 9 maggio potremmo finalmente farlo. Per l'occasione con Il tempo dei libri abbiamo organizzato un gruppo di lettura. Leggete per saperne di più!

Titolo: L'amica perfetta
Autore: E. Lockhart
Pagine: 315
Editore: De Agostini
Data di uscita: 8 maggio
Scheda amazon
È furba, decisa, determinata. Jule West Williams nella vita ha subito tante ingiustizie e sa che cosa significa non avere niente. È per questo che ora nulla la spaventa. Jule non ha paura di scappare, innamorarsi, reinventarsi in mestieri e vite sempre nuove, ma anche sempre più pericolose. Ed è proprio tra una vita e l'altra che Jule incontra Imogen: lei è ricca, di buona famiglia, vive a Martha's Vineyard e ha tutto ciò che Jule ha sempre desiderato. Tra loro c'è subito intesa. L'intesa diventa amicizia. Ma l'amicizia si trasforma presto in ossessione, perché Jule vuole tutto ciò che possiede Imogen. E in un attimo, il legame tra loro diventa un vortice che gira sempre più veloce.

Il libro esce questa settimana (8 maggio), ma il gruppo partirà il 14 maggio per darvi la possibilità di recuperare il libro. Non solo, abbiamo deciso di dividere la lettura in quattro tappe in modo che possiate leggere in tutta tranquillità nel caso in cui doveste essere impegnati. Le pagine sono 315, non molte dunque, e considerando che l'ultimo libro della Lockhart l'ho letto in due giorni (libro scorrevolissimo e stile accattivante), sicuramente non avrete problemi a recuperare le tappe. 

14 maggio \ Inizio gruppo di lettura: si legge fino a capitolo 14
⚪ 21 maggio \ Riepilogo prima tappa su Il tempo dei libri + fino a capitolo 9
⚫ 28 maggio \ Riepilogo seconda tappa  su Divoratori di libri  + fino a capitolo 4
⚪ 4 giugno \ Riepilogo terza tappa su Il tempo dei libri + fino a capitolo 19
⚫ 11 giugno \ Riepilogo quarta tappa + conclusione su entrambi i blog

Capisco se siete un po' perplessi, ma il libro inizia da capitolo 18 e va a ritroso. Se vi fa confondere questo sistema, pensate che sono 5 capitoli per ogni tappa, eccetto l'ultima che prevede i restanti 4.

Per partecipare vi basterà commentare qui sotto per confermare la vostra partecipazione e, se volete, potete lasciare il vostro indirizzo email per essere informati della pubblicazione delle tappe.  Sui social potete commentare il libro con l'hashtag #LAmicaPerfettaGDL preoccupandovi di mettere in evidenza il numero del capitolo per evitare di fare spoiler e di taggarci (i miei social li trovate nella barra laterale del blog!). Per altre domande non esitate a chiedere!

2 maggio 2018

April thoughts \ letture del mese e piccoli traguardi

Ciao lettori! Oggi riepilogo del mese. Ormai sta diventando un appuntamento fisso!

Letture di aprile

👉 Il gioco della seduzione (letto)

Primo appuntamento con la rubrica "Intervista con le blogger" in cui vi parlo del libro attraverso una serie di domande. Ho scoperto che mi piace questa modalità di post, principalmente perché viene fuori una recensione abbastanza completa. Il libro comunque è un grande NO. Avevo preso anche il secondo volume in ebook, inutile dirvi che l'ho subito restituito, visto che ero ancora in tempo. Purtroppo leggerò il terzo volume per una serie di motivi, primo tra tutti perché ce l'ho in cartaceo, secondo perché è in giro per l'Italia per una catena di lettura (quindi non ho scelta, ma almeno mi divertirò a leggere i commenti delle altre lettrici!).

23 aprile 2018

in arrivo "Né a Dio né al Diavolo" il nuovo romanzo urban fantasy dell'autrice Aislinn

Torna in libreria l'autrice di Angelize con Né a Dio né al Diavolo, un urban fantasy con protagonista un vampiro ultracentenario e i suoi due amici umani. Continuate a leggere per scoprire la trama e un estratto del libro!

20 aprile 2018

Libri come.. Ready Player One: 5 libri da leggere se hai amato il romanzo di Ernest Cline (o il film)

Premetto che non ho letto Ready Player One (o, almeno, non ancora), ma ho visto il film e mi sono venuti in mente alcuni libri che ricordano vagamente la storia ispirata al romanzo di Ernest Cline o che comunque hanno a che fare con il mondo dell'informatica.

5 LIBRI DA LEGGERE SE HAI AMATO READY PLAYER ONE


Warcross, Marie Lu

Autrice già apprezzata per la trilogia di Legend e per La battaglia dei pugnali, è da poco tornata in Italia con questa nuova storia in cui una giovane hacker si ritrova a dover partecipare al campionato del famoso gioco appunto Warcross per racimolare un po' di soldi. Videogame, hacker e complotti. Cosa volete di più? 

18 aprile 2018

Intervista con le blogger #1 "Il gioco della seduzione" di Susan E. Phillips

Oggi con Eleonora's Reading Room iniziamo una nuova rubrica ispirata a quella di Chiara e Dolci. In breve, vi recensiremo un libro rispondendo ad una serie di domande. Il primo (s)fortunato è "Il gioco della seduzione" di Susan E. Phillips.

Titolo: Il gioco della seduzione (It had to be you)
Serie: Chicago Stars #1
Autore: Susan Elizabeth Phillips
Pagine: 360
Prima pubblicazione: 1994
Pubblicazione italiana: 2012
Editore: Leggereditore
Compralo su amazon
Quando gli opposti non solo si attraggono, ma diventano inseparabili... Chicago non è pronta per l’affascinante e capricciosa Phoebe Somerville, ma quando il padre le consegna le redini della squadra di football della famiglia,tutti, lei compresa, dovranno ricredersi. Nessuno pensa che Phoebe riuscirà a risollevare le sorti della squadra, né tantomeno a far capitolare Dan Calebow, il fascinoso allenatore... Ma si sa che spesso la prima impressione è quella che inganna. Lavorando fianco a fianco, i due comprenderanno che gli opposti si attraggono irresistibilmente. E che forse vale la pena cogliere le sorprese che l’amore ci riserva, anche se non si è pronti a riceverle... Per la prima volta in Italia, una delle voci più esilaranti, fresche e sensuali del panorama internazionale.

1. Come sei venuta a conoscenza del libro? Perché hai deciso di leggerlo?

Parecchi blogger hanno parlato benissimo di questa autrice e qualche annetto fa avevo comprato il terzo volume. Non l'ho ancora letto, ma ho approfittato di alcune sfide a cui partecipo per iniziare questa serie dal principio.

2. A quale genere appartiene il libro?

Si tratta di un romanzo rosa contemporaneo, categorizzato anche come "Sport Romance" in quanto il football è parte fondamentale del libro. Non viene citato di tanto in tanto, ma buona parte della storia gira intorno ad esso.

3. Tratta qualche tema in particolare?

Si presenta come un romanzo leggero, quindi mi sembra un po' ridicolo dire che affronta dei temi. Piuttosto direi che li sfrutta. Come quello dello stupro, della famiglia violenta, del bambino cresciuto senza affetto, ecc. Insomma, i soliti temi delicati a cui fanno ricorso gli autori per accaparrarsi l'empatia del lettore (tranne la mia, lol).

4. Chi sono i personaggi principali? E cosa ne pensi?  

La protagonista è Phobe, donna che per anni è stata la musa ispiratrice di un pittore, uno dei tanti motivi di vergogna del padre che l'ha diseredata. Quando questo muore le lascia in eredità la sua squadra di football, più per punizione che per affetto. E' un personaggio abbastanza in gamba e piacevole, però personalmente non sono riuscita ad apprezzarla più di tanto perché risulta uno stereotipo.

Il coprotagonista maschile è Dan, l'allenatore della squadra di football, gli Stars. Mi sto rendendo conto soltanto adesso che, rispetto a Phobe, è meno approfondito. Sappiamo solo che ha avuto un'infanzia difficile a causa del padre violento e che vuole crearsi una vera famiglia. Personalmente l'ho detestato perché è lo stereotipo del maschio Alpha dei romanzi anzi, è addirittura peggio perché è maschilista, sessista e ignorante come pochi. Più di una volta fa commenti del tipo "Era vestita come una puttana" rivolto a Phoebe, per non parlare del suo stato d'animo (alias è sempre arrabbiato!). Infatti non capisco come lei possa essere attratta da uno come lui, visto quello che ha passato.

5. Dov'è ambientata la storia?

Sinceramente mi sfugge il nome della città (forse Chicago?) perché viene nominata qualche volta di sfuggita e, in generale, non ha una gran rilevanza. 

6. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?

Rabbia perché il comportamento di Dan spesso è a dir poco deplorevole; indifferenza perché alcuni capitoli li ho letti senza alcun interesse, senza essere particolarmente coinvolta, anche se devo ammettere che alcuni capitoli li ho trovati piacevoli da leggere.

7. Punti di forza? Punti deboli?

Punto di forza, ma nemmeno così tanto, è il fatto che i personaggi hanno un background, seppur sia abbastanza trito e ritrito. Punto debole il fatto che in questo libro regni una mentalità abbastanza antica. Vero è che è stato pubblicato nel 1994, ma questo, per quanto mi riguarda, non può giustificare il comportamento dei personaggi.

8. Com'è narrato il libro? E come hai trovato lo stile dell'autore\autrice?

Terza persona, sia dal punto di vista maschile che femminile, spesso si aggiungono anche delle voci di personaggi secondari, senza però risultare confusionario.

Non particolarmente eccezionale lo stile, ma a tratti riesce a coinvolgere e risulta piacevole. Di tanto in tanto descrittivo, ma non abbastanza da appesantire la lettura. Alcune volte ripetitivo e fastidioso, specialmente nelle scene erotiche (perché la gente deve utilizzare metafore imbarazzanti quando può semplicemente essere schietta?).

9. Quale cover preferisci? Quella originale o quella italiana?

Nessuna delle due mi fa impazzire, però credo di preferire quella originale che è più sensuale.

10. Quante stelline gli dai? E a chi lo consigli?

Non do più le stelline da tempo, ma se proprio dovessi dare un punteggio, direi 2- perché non mi è piaciuto seppur in alcuni capitoli mi sono ritrovata coinvolta. Infine, non lo consiglio, però se vi piace il genere e se personaggi di questo tipo vi intrigano o, semplicemente, siete masochisti, potreste farci un pensierino.


E questo è tutto! Perdonate i toni un po' accesi dell'intervista-recensione o per il fatto che mi sia dilungata tantissimo, ma ci tenevo ad essere ben precisa e dimostrare con maggiore chiarezza possibile il perché ho detestato questo libro. 


Fatemi sapere cosa ne pensate (del libro e della rubrica!) e votate la nuova vittima che vorreste vedere nel prossimo appuntamento! 


16 aprile 2018

On the read: 5 libri ambientati in Italia

Bentornati alla rubrica "On the read" in collaborazione con Desperate Bookswife! Oggi vi parleremo di cinque libri ambientati in Italia. Questa volta è stato difficile non per i pochi titoli, ma per il fatto che ce ne fossero tanti e quindi è stato complicato non fare scelte scontate!

9 aprile 2018

5 anni di libri

Oggi il blog compie 5 anni, ma lo avete già dedotto dal titolo.
Stavo quasi per dimenticarlo e, anzi, pensavo fosse ieri ed ero tipo "Oh mio dio! Mi sono scordata di scrivere qualcosa sul blog!". In realtà pensavo di non scrivere completamente niente perché i 'blogversary' stanno diventando un po' come i miei compleanni. Semplicemente mi scoccia festeggiarli perché tanto ogni anno dico sempre le solite cose (e in effetti gli ultimi quattro blogversary sembrano fatti tutti con lo stampino..NO, NON CERCATELI, SONO IMBARAZZANTI!). Però cavolo, sono cinque anni  e non sono pochi. Il blog è praticamente l'unica cosa della mia vita che ho continuato con costanza (più o meno) e non come le tremila cose che inizio per poi lasciare a metà. Tra l'altro ripenso a circa un anno e mezzo fa, quando non sapevo più che farmene di Divoratori di libri. Quindi pubblicare un post celebrativo era il minimo che potessi fare.


All'inizio non  avevo idea che il blog sarebbe sopravvissuto così tanto, in particolare non avevo idea del potenziale stesso di un blog. Per me era come una sorta di cazzeggio\diario personale. Ma pian piano è cresciuto, fino a diventare quello che è oggi. Ci sono stati momenti belli (ho conosciuto blogger e tante altre persone magnifiche che oggi considero amiche vere e proprie), ma anche momenti bui, ad esempio lo scorso anno, quando passavo il tempo a chiedermi se non fosse il caso di chiuderlo, se non fosse arrivata la fine. Ma non era solo questo il problema. Il problema erano anche le mie letture. Leggevo poco e non ero molto soddisfatta.

Da qualche tempo la situazione invece è cambiata. Come potete notare, sono un po' più presente e sto gestendo il blog senza stress o pressioni, tant'è che di recente ho anche pensato di arricchirlo di contenuti, creando nuove rubriche. Adesso voglio fare un altro passo avanti, ovvero accettare alcune richieste da parte di autori (qui maggiori info), visto che non lo faccio da tempo (principalmente perché non riesco mai a leggerli subito o comunque ho paura che la situazione di qualche annetto fa - alias blocco di lettura a causa di pressioni varie - possa accadere di nuovo).

Per il momento non ci saranno particolari festeggiamenti (perché non ho avuto modo di organizzare nulla e poi è già in corso un giveaway sul nuovo profilo instagram del blog), ma spero di far qualcosa più avanti.

Infine voglio ringraziare tutti quei lettori che danno fiducia a Divoratori di libri ❤️ se siamo ancora qui è anche merito vostro. Un abbraccio grandissimo!

6 aprile 2018

UPDATE WISHLIST: 7 new entry nella mia wishlist

Sono secoli che voglio pubblicare dei post di questo tipo, ma ogni volta faccio passare mesi e alla fine lascio perdere l'idea. Questa volta invece ci sono riuscita (yeah!) e penso che UPDATE WISHLIST diventerà una rubrica mensile, in cui vi mostrerò le nuove entrare nella mia lista dei desideri durante il mese appena trascorso.

1. the LOCK - la serie completa 

Scheda libro
Non conoscevo questa saga, l'ho scoperta per caso facendo un giro in libreria con Denise qualche settimana fa. Si tratta di una serie fantasy per ragazzini e mi sembra veramente interessante *_*. Questo volume raggruppa tutti i sei libri: I guardiani del fiume, Il patto della luna piena, Il rifugio segreto, La corsa dei sogni, La sfida dei ribelli, Il giorno del destino. Sono ancora indecisa se comprare solamente il primo o il volume unico. Visto che si tratta di un mattoncino di 800 pagine, se non dovesse piacermi il primo probabilmente mi sentirò costretta a terminare la saga, ma anche vero che comunque è la scelta più saggia, visto che risparmierei un bel po'.

3 aprile 2018

March Thoughts \ libri, libri e ancora libri

Ciao lettori! Anche questo mese ho deciso di pubblicare un riepilogo del mese di marzo. Mettetevi comodi perché questa volta ci saranno tantissimi libri di cui parlare.

Letture di marzo 

Questo mese ho terminato ben 5 libri e stento a credici pure io. Ok che alcuni di questi non erano proprio libri impegnativi ed altri li avevo iniziati a febbraio, però lo ritengo comunque un buon risultato.

(cliccate sulle copertine per maggiori info)

31 marzo 2018

Reading Goals Challenge \ i 20 obiettivi di aprile, maggio, giugno

Ciao lettori! Domani inizierà la seconda fase della Reading Goals Challenge, ma essendo Pasqua ho deciso di anticipare in modo che possiate programmare meglio le vostre letture.


27 marzo 2018

Recensione "Uno di noi sta mentendo" di Karen M. McManus

Oggi vi lascio la recensione del libro "Uno di noi sta mentendo" di Karen McManus, uno young adult contemporaneo con una dose di mystery.

Titolo: Uno di noi sta mentendo (One of us is lying)
Autore: Karen M. McManus
Pagine: 354
Editore: Mondadori
Anno: 2018
Compralo su Amazon 
.Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula.
Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori.
Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva.
Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball.
Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta.
Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti.
Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata "pubblica" nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza.
Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio...
Con Uno di noi sta mentendo Karen M. McManus ci regala un piccolo miracolo, capace di restituirci alla perfezione la difficoltà di trovare un equilibrio tra il bisogno di riuscire in quello che facciamo, di avere amici, essere amati ed essere visti, e la necessità di essere noi stessi. Cioè essere felici.

21 marzo 2018

Spring TBR 🌺 10 libri che voglio leggere questa primavera

Ciao lettori,
è tempo di fare una nuova lista di libri da leggere. Della TBR invernale ho letto solo: La tentazione di Laura, L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome, Ugo-go-go e Marathon. Per quanto riguarda gli altri titoli, non sono stata tanto in vena e\o non ho avuto il tempo. Alcuni di loro saranno anche in questa lista (ovvero Tinder, Written in red, The eternity cure .. ma loro saranno SEMPRE nella lista da leggere fino a quando non li leggerò), mentre per il resto ho programmi diversi.

Andiamo a vedere quali letture mi aspettano nei prossimi mesi (si spera!).
Come sempre mi sono lasciata ispirare dalle challenge a cui partecipo per scegliere i titoli.


🌺 Sport Romance 

Ho scelto  ben due libri di Susan Elizabeth Phillips, Il gioco della seduzioneHeaven Texas - Un posto nel tuo cuore, perché, oltre ad essere validi per l'obiettivo di una challenge, possiedo il terzo volume di questa serie e quando tornerà a casa (al momento si trova in giro per l'Italia per una catena di lettura) voglio farmi trovare pronta (seppur non si necessario aver letto i volumi precedenti).

15 marzo 2018

On the read: 5 libri ambientati in Spagna

Torna la rubrica On the read in cui io e Baba di Desperate Bookswife vi parliamo di libri ambientati in determinati Paesi. Questa volta è il turno della Spagna.

Libri ambientati in Spagna


5 marzo 2018

Recensione "9 Novembre" di Colleen Hoover

Salve lettori, oggi vi lascio la recensione di 9 Novembre dell'acclamatissima Colleen Hoover. Fatemi sapere cosa ne pensate.

Titolo: 9 Novembre
Autore: Colleen Hoover
Pagine: 308
Editore: Leggereditore
Anno: 2016
Acquistalo su: Amazon 
È il 9 novembre quando, durante un pranzo con il padre, Fallon incontra Ben per la prima volta. È un giorno speciale per lei, non solo perché sta per trasferirsi da Los Angeles a New York, ma anche perché ricorre l’anniversario dell’evento che ha segnato per sempre la sua vita, il terribile incendio che le ha lasciato cicatrici su gran parte del corpo, impedendole di continuare la sua carriera da attrice. Contro ogni previsione, la conoscenza tra i due si trasforma subito in qualcosa di più, ma Fallon sta per partire e sembra esserci tempo solo per il rimpianto. Come per strappare al destino quell’inevitabile separazione, Ben le promette allora che scriverà un romanzo su di loro, proponendole di ritrovarsi il 9 novembre di ogni anno, fino a che non ne compiranno ventitré. È così che ogni 9 novembre i due protagonisti aggiungono un nuovo capitolo alla loro storia, finché qualcosa non arriva a sconvolgere le loro promesse e a mettere alla prova i loro sentimenti, tra i dubbi di Fallon e le mezze verità di Ben. 

1 marzo 2018

February Thoughts \ letture, social network e altre cose random

Ciao lettori! Febbraio è finalmente finito e ho deciso di parlarvi delle letture che mi hanno accompagnato questo mese e qualche altro pensiero random. Spero davvero diventi un appuntamento fisso.

Letture del mese di febbraio

20 febbraio 2018

Recensione "Chiamami col tuo nome" di André Aciman

Ciao lettori, finalmente riesco a trovare un po' di tempo per parlarvi di uno degli ultimi libri letti: Chiamami col tuo nome di André Aciman. Curiosi di sapere cosa ne penso (anche se alcuni di voi immagino lo avranno capito!)?

Titolo: Chiamami col tuo nome
Autore: André Aciman
Pagine: 271
Editore: Guanda
Anno: 2017
Compralo su amazon
Vent'anni fa, un'estate in Riviera, Elio ha diciassette anni, e per lui sono appena iniziate le vacanze nella splendida villa di famiglia nel Ponente ligure. Figlio di un brillante professore universitario, musicista sensibile, decisamente colto per la sua età, Elio aspetta come ogni anno «l'ospite dell'estate, l'ennesima scocciatura»: uno studente in arrivo da New York per lavorare alla sua tesi di post dottorato. Ma Oliver, il giovane americano, subito conquista tutti con la sua bellezza e i modi disinvolti, quasi sfacciati. Anche Elio ne è irretito.
I due ragazzi condividono conversazioni appassionate su libri e film, discussioni sulle loro comuni origini ebraiche, e poi nuotate mattutine, partite a tennis, corse in bici e passeggiate in paese. E tra loro nasce un desiderio inesorabile quanto inatteso. La scoperta di quei giorni estivi e sospesi in Riviera e di un'afosa notte romana è quella, irripetibile, di un'intimità totale, assoluta. Perché l'intensità, la forza di quell'esperienza, l'autenticità di quei sentimenti sono destinate a rimanere insuperate.

15 febbraio 2018

on the read: 5 libri ambientati in Francia

Ciao lettori! Sono felice di annunciarvi l'inizio di una bellissima collaborazione con Baba di Desperate Bookswife! Abbiamo unito il nostro amore per i libri e per i viaggi ed è venuta fuori questa rubrica di consigli. Di volta in volta io e Baba vi proporremo dei libri ambientati in diversi Paesi. Per questo primo appuntamento abbiamo scelto la Francia!


30 gennaio 2018

Recensione "L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome" di Alice Basso

Ciao lettori! Oggi vi parlo del romanzo di esordio di Alice Basso, il primo volume dedicato alla ghostwriter Vani: L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome.

Titolo: L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
Autore: Alice Basso
Serie: Vani Sarca #1
Pagine: 271
Anno: 2015
Editore: Garzanti
Compralo qui amazon
Dietro un ciuffo di capelli neri e vestiti altrettanto scuri, Vani nasconde un viso da ragazzina e una innata antipatia verso il resto del mondo. Eppure proprio la vita degli altri è il suo pane quotidiano. Perché Vani ha un dono speciale: coglie l'essenza di una persona da piccoli indizi e riesce a pensare e reagire come avrebbe fatto lei. Un'empatia profonda e un intuito raffinato sono le sue caratteristiche. E di queste caratteristiche ha fatto il suo mestiere: Vani è una ghostwriter per un'importante casa editrice. Scrive libri per altri. L'autore le consegna la sua idea, e lei riempie le pagine delle stesse parole che lui avrebbe utilizzato. Un lavoro svolto nell'ombra. E a Vani sta bene così. Anzi, preferisce non incontrare gli scrittori per cui lavora. Fino al giorno in cui il suo editore non la obbliga a fare due chiacchiere con Riccardo, autore di successo in preda a una crisi di ispirazione. I due si capiscono al volo e tra loro nasce una sintonia inaspettata fatta di citazioni tratte da Hemingway, Fitzgerald, Steinbeck. Una sintonia che Vani non credeva più possibile con nessuno. Per questo sa di doversi proteggere, perché, dopo aver creato insieme un libro che diventa un fenomeno editoriale senza paragoni, Riccardo sembra essersi dimenticato di lei. E quando il destino fa incrociare di nuovo le loro strade, Vani scopre che le relazioni, come i libri, spesso nascondono retroscena insospettabili.

Recensione "L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome" di Alice Basso

L'estate scorsa non si parlava d'altro nella blogosfera. I libri della Basso sono stati lodati praticamente da tutti i blog che seguo, perciò ero molto curiosa di leggere il primo volume di questa serie così acclamata. Ovviamente ad incuriosirmi c'erano altri fattori, come il fatto che la protagonista fosse una ghostwriter, ma anche quel tocco di giallo (che non guasta mai).

A fregarmi sono state le aspettative. Personalmente speravo di trovare qualcosa che somigliasse vagamente alla serie di Cormoran Stike e,sottolineo, vagamente. A me bastava solo un po' di romance contornato da un po' di mystery e sarei stata contenta. Non che il libro non ne abbia abbastanza, ma è stato proprio il modo in cui sono stati gestiti questi elementi a non piacermi. L'autrice stessa a fine libro dice che aveva queste idee e ha volute inserirle nel libro, ma ciò che non funziona è il fatto che non sono amalgamate bene tra di loro.

Vani divaga un sacco. E lo fa spesso. All'inizio si intuisce che l'autrice lo fa per farci conoscere il personaggio, ma dopo quattro capitoli di nulla un po' ti spazientisci. Dopo, per fortuna, la storia inizia ad ingranare, seppur, come ho già detto, si ha sempre l'impressione che la storia non prosegua secondo uno schema ben preciso. Questo non mi ha permesso inizialmente di entrare in sintonia con la protagonista, che più che divertente l'ho trovata antipaticissima. Non che non mi piacciono i personaggi sarcastici, ma spesso e volentieri Vani distribuisce cattiveria gratuita. Oddio, non è mica la prima ad odiare la gente, ma il fatto che si sentisse superiore e che criticasse continuamente gli altri me l'hanno fatta detestare. Poi dopo l'ennesimo "non me ne frega niente" ti girano un po' i cosiddetti. 

Alla fine Vani non rientra nemmeno lontanamente tra i miei personaggi preferiti, ma di lei ho apprezzato due cose: il fatto che sia un personaggio che pian piano si evolve e che, in generale, fosse ben scritto. Certo, l'autrice ci è andata giù pesante con l'intelligenza - praticamente è descritta come se fosse un genio -, ma ho apprezzato il fatto che comunque subisca un'evoluzione.
Tra l'altro la cosa più ironica è che Vani, per certi aspetti, mi somiglia pure (io non ho mai detto di essere simpatica lol).

Un altro punto interrogativo è Berganza, il commissario. Personaggio gradevole, per carità, ma con lo spessore di un foglio di carta. E' praticamente telepatico, non ha bisogno di comunicare verbalmente con Vani perché lui capisce tutto, socchiude gli occhi e fa il sorrisino (GIURO CHE LO FA IN OGNI SCENA). Riccardo sorprendentemente non mi è dispiaciuto (SECONDO ME E' INNAMORATO!) e sono curiosa di sapere come si evolveranno le cose tra lui e Vani o tra Vani e Berganza, se mai ci sarà un risvolto amoroso tra loro (ma io credo di sì).

Ricapitolando, ho trovato un bel po' di difetti, anche se in parte non mi è dispiaciuto - soprattutto grazie allo stile della Basso che rende quasi piacevole la lettura. Sono ancora indecisa se continuare la serie non solo perché sono curiosa sul fronte romance, ma anche perché voglio sapere se la struttura narrativa del romanzo sia migliorata o meno.

SERIE

#1 L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome
#2 Scrivere è un mestiere pericoloso
#3 Non ditelo allo scrittore
#3.5 (?) La ghostwriter di Babbo Natale (racconto)
#4 La scrittrice del mistero

Voi che mi dite di questo romanzo?

22 gennaio 2018

Recensione "Ugo-go-go" di Ilaria Mattioni & Emanuele Racca

Ciao lettori, oggi vi parlo di Ugo-go-go - L'ecuzzo ribelle, una graphic novel che mi ha veramente sorpreso.

Titolo: Ugo-go-go
Autori: Ilaria Mattioni, Emanuele Racca
Pagine: 162
Anno: 2017
Editore: Bao Publishing
Età di lettura: +7
amazon

La Valle degli Ecuzzi è un posto tranquillo... fin troppo tranquillo! Gli Ecuzzi, gli abitanti del luogo, ripetono alla perfezione le parole pronunciate dai Gridoloni, gli strani esseri che vivono dall'altra parte della valle... noi umani! Ugo-go-go, però, è un Ecuzzo diverso da tutti gli altri: lui non ne può più di ripetere le parole degli altri. Una storia divertente, per lettori di tutte le età, sull'affermazione dell'identità e sull'importanza della scoperta.


Recensione "Ugo-go-go" di Ilaria Mattioni & Emanuele Racca

Devo confessare che non ero molto convinta da questa graphic novel principalmente per la scelta cromatica - non amo l'arancione - e invece l'ho adorata veramente tanto, a partire dalla storia per finire ai disegni e sì, anche i colori. 

La storia, seppur rivolta ad un pubblico giovane, mi è piaciuta tanto. L'ho trovato originale, simpatica e ben costruita. Ci troviamo ne La valle degli Ecuzzi, un luogo dove gli umani, i Gridoloni, si recano per sentire l'eco della propria voce. A fare l'eco sono gli Ecuzzi, un popolo quasi leggendario. Il protagonista, Ugo-go-go, è uno di loro, ma è un piccolo ribelle. Si sente stupido a ripetere la fine di ogni parola dei Gridoloni-oni-oni e si rifiuta di seguire la tradizione. 

Alla base della storia c'è proprio questo: Ugo-go-go e il suo rifiuto di seguire qualcosa che viene imposto e\o tramandato. Credo che nella vita prima o poi capiti a tutti di sentirsi dire cosa fare, magari dai genitori stessi che sono i primi che dovrebbero sostenerci. Così come non è una novità che alcune persone *coff coff* gli anziani *coff coff*  facciano fatica ad accettare i cambiamenti, qualcosa che vada contro a quello che loro hanno sempre pensato fosse giusto. Ma non tutti i mali vengono per nuocere, e alla fine anche un cambiamento radicale può portare qualcosa di positivo.

Arancione, ciano e verde acido sono tre colori che MAI mi azzarderei ad accostare, ma tanto di cappello a Racca perché è riuscito ad equilibrarli in maniera eccezionale. Ogni tavola è una piccola esplosione di colori che ho amato pagina dopo pagina, tant'è che ho messo un segnalibro nelle vignette più belle e ho deciso di rifarle con gli acquerelli. Quei colori che poco mi convincevano alla fine dunque mi hanno conquistata, sono rimasta veramente affascinata come mi è capitato poche volte. 

E infine non posso fare altro che consigliarvi questo libro. A bambini, ragazzi e adulti. Vi lascio il portfolio di Emanuele Racca per farvi un'idea delle sue illustrazioni, in modo che possiate vedere voi stessi la bellezza delle sue creazioni (e decidervi a leggere questa graphic novel!).

Fatemi sapere cosa ne pensate ❤

*il libro recensito mi è stato fornito dalla casa editrice

16 gennaio 2018

Recensione "La tentazione di Laura" di Alessia Esse

Ciao lettori! Oggi vi parlo di un libro che ho letto a fine dicembre. Si tratta de La tentazione di Laura, primo volume della serie Nel cuore di New York scritta da Alessia Esse.

Titolo: La tentazione di Laura
Serie: Nel cuore di New York #1
Autore: Alessia Esse
Pagine: 406
Anno: 2015
amazon
Lei è una nerd. Lui pure.
Si conoscono per caso.
Si piacciono immediatamente.
Finiscono a letto per una notte.
Ma lui è sposato. E lei non lo sa.


Laura Draper ha ventisei anni e lavora come babysitter. Non è il lavoro dei suoi sogni, ma prima o poi riuscirà ad aprire un ristorante, o almeno così dice a se stessa.
Laura è una nerd, e come tale coltiva diverse passioni: legge e cataloga fumetti, prendendosene cura come fossero suoi figli; segue più serie televisive di quante possa contarne su due mani, cercando di indottrinare clienti e amici; decora il suo appartamento newyorkese con LEGO e riproduzioni in scala, e frequenta le convention con cadenza religiosa.
È ad uno di questi eventi, il Comic-Con di New York, che – intenzionata a buttarsi alle spalle il tradimento del suo ex e la possibilità di un nuovo dramma familiare – conosce un ragazzo travestito da Batman. Complici i gusti in comune in fatto di faccende nerd e l’attrazione che provano immediatamente l’uno per l’altro, Laura e Batman finiscono in una camera d’albergo per una notte che diventerà importante per le vite di entrambi.

La tentazione di Laura è un romanzo autoconclusivo. Dato il contenuto di certe scene, la lettura è consigliata ad un pubblico adulto.

14 gennaio 2018

Reading Goals Challenge 2017: i vincitori

Ciao lettori! Finalmente ho avuto il tempo di sistemare tutti i punteggi della sfida e adesso sono pronta per annunciare i vincitori della Reading Goals Challenge 2017!


9 gennaio 2018

Recensione libro "Beastly" di Alex Flinn, rivisitazione de La bella e la bestia

Ciao lettori, oggi vi lascio la recensione di Beastly che, come ho scritto nel titolo del post, è un retelling de La bella e la bestia. Nel 2011 hanno tratto un film da questa storia con protagonisti Alex Pettyfer e Vanessa Hudgens.


Titolo: Beastly 
Autore: Alex Flinn
Pagine:
Anno: 2010
Editore: Giunti

Kyle Kingsbury, ricco, bello e popolare si prende gioco di una ragazza piuttosto bruttina della sua classe di nome Kendra, una vera e propria strega in incognito. Lei allora lo maledice per la sua cattiveria, tramutandolo in una bestia; gli concede però due anni per rompere l'incantesimo, perché pochi istanti prima di trasformarsi, Kyle compie un atto di gentilezza, donando alla ragazza della biglietteria una rosa che la sua partner si era rifiutata di indossare per il ballo. L'unico modo di rompere l'incantesimo e ritornare alla sua bellezza è amare ed essere corrisposto.



3 gennaio 2018

10 buoni propositi per il 2018

Felice anno nuovo! Come ho fatto ad inizio 2017, voglio stilare una lista di buoni propositi per questo nuovo anno (leggi: propositi del 2017) e nello stesso tempo fare un breve riepilogo di come è andato quello passato, senza dilungarmi troppo. Gli obiettivi riguardano sia le letture che la mia vita da blogger. ENJOY!