11.4.16

Recensione: Il grande Gatsby di F. Scott Fitzgerald

Hello, friends!
Oggi vi parlo della mia ultima lettura, ovvero Il grande Gatsby dell'impronunciabile Fitzgerald. Attendo i vostri pareri c:

3982765Titolo: Il grande Gatsby (The Great Gatsby)
Autore: F. Scott Fitzgerald
Pagine: 182
Editore: Mondadori
Anno prima pubblicazione (italiana): 1925
Chi è il misterioso e ricchissimo vicino di casa di Nick Carraway, a West Egg? E perché passa tanto tempo a fissare quella piccola luce verde che brilla su uno dei moli dell'altra sponda della baia? Il filo conduttore del capolavoro di Francis Scott Fitzgerald è il sogno impossibile cullato da Jay Gatsby. L'ambizioso giovanotto, che ha saputo conquistarsi con tutti i mezzi, leciti e no, prestigio, ricchezza e rispettabilità, vuol far rivivere l'amore fiorito un tempo tra lui e Daisy che un giorno lo ha respinto, povero e senza prospettive, per sposare il rampollo di una delle grandi famiglie americane. Ma i sogni più sono belli e meno hanno la possibilità di avverarsi. E Jay Gatsby non solo non riuscirà a strappare Daisy a Buchanan, pur gettando sulla bilancia tutto il peso del suo fascino e del suo potere, ma finirà addirittura col cadere, vittima innocente, sotto i colpi di un marito tradito messo sulle sue tracce, per vendetta, dal perfido rivale. Al di là dei riferimenti autobiografici, "Il Grande Gatsby" è sopratutto il ritratto di un epoca in cui il mondo dei contrabbandieri di alcolici si mescolava allegramente con quello dei banchieri e delle 'flappers' dei "Roaring Twenties", in attesa che la Grande Crisi seppellisse tutto sotto le macerie dell'"American Dream"
Non sapevo che cosa aspettarmi da questo libro. Di solito quando si tratta di un classico tendo ad avere poche aspettative e anche un po' di timore che il libro non mi piaccia, in effetti. Ad ogni modo è stata una lettura molto piacevole che mi ha aiutato ad uscire dal blocco degli ultimi giorni.

Una cosa che mi ha colpito è il quadro che si delinea di quell'epoca, gli anni venti. Mi è piaciuta l'atmosfera delle feste di Gatsby, gli accenni alla seconda rivoluzione industriale (che se non sbaglio va dalla fine dell'ottocento agli inizi del novecento?), i vari riferimenti autobiografici dell'autore. Infatti ho fatto bene a leggere prima la vita, dove ho scoperto che Fitzgerald in un primo momento venne rimpiazzato da un altro uomo dalla sua amata perché troppo povero. E così accade anche a Gatsby. Voi non lo trovate tristissimo? 

Ad ogni modo ho trovato la storia di Gatsby molto romantica, ma soltanto dal suo punto di vista, perché Daisy non è che mi abbia fatto impazzire, specialmente per quanto riguarda le decisioni che prendere. Gatsby l'ho trovato un personaggio interessante, velato da un'aura di mistero. Nick, il narratore della storia, mi è piaciuto molto nella sua "banalità", potremmo dire. L'affetto sincero che prova per il suo amico è forse uno degli aspetti che più ho gradito, anche se ho trovato Gatsby opportunista. 

Lo stile dell'autore è molto scorrevole e piacevole, ma a tratti l'ho trovato confuso, specialmente nei dialoghi dove a volte non si capiva chi parlava, e nei capitoli finali, dove ho capito solo dopo un pezzo quello che era successo (anche se lo avevo immaginato da quello che c'era scritto non si capiva cosa fosse successo veramente). In conclusione è stata una bella lettura. Ve la consiglio vivamente, specialmente a coloro che vogliono avvicinarsi ai classici. 

39 commenti:

  1. Ho visto il film con Di Caprio qualche mese fa (mi è piaciuto abbastanza, anche se in fondo mi aspettavo di più), ma sospetto che il romanzo sia di una qualità infinitamente più alta.
    Condivido il tuo punto di vista sui personaggi, però: Gatsby è un romantico sognatore, e come tale non può che suscitare simpatia e comprensione; Nick è abbastanza anonimo, ma funzionale al ruolo che gli viene assegnato, mentre Daisy... be', è abbastanza insopportabile anche nel film, devo dire! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del film ho visto giusto l'inizio (la mia connessione non voleva collaborare quella sera ._.) e devo ammettere che l'ho trovato niente male, anche se alcune canzoni della colonna sonora mi sono sembrate troppo moderne per questo genere di film O_O

      Elimina
  2. Ho visto il film e me ne sono follemente innamorata.. Leggerò anche il libro e spero che mi piaccia tanto quanto, se non più, del film stesso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora visto il film, quindi non potrei fare un paragone tra i due..ad ogni modo spero che ti piaccia anche il libro :D

      Elimina
  3. Pur amando i classici in questo caso ho preferito il film. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di vederlo! Ho visto i primi minuti per curiosità e sembra ben fatto :D

      Elimina
  4. Io sono una che ha problemi a relazionarsi con i classici, però con questo ci avevo provato. Alla fine ho lasciato perdere perché l'edizione che ho è scritta minuscola e mi si incrociavano gli occhi ò.o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha xD comunque io l'ho letto con facilità, forse potresti riprovare con un'edizione per non vedenti? xD

      Elimina
  5. Ciao Giù, aaahhh io per adesso gli snobbo proprio i classici ma sono sempre rimasta affascinata da Il grande Gatsby. Vedo però che la storia non ti ha convinto del tutto perciò lascio perdere (non che ne avessi intenzione) ;D

    RispondiElimina
  6. Non ho visto il film ma ho letto, anche se molto tempo fa, il libro. Conservo un bel ricordo della lettura :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il film a quanto pare è altrettanto bello c:

      Elimina
  7. A me Gatsby non è dispiaciuto per niente devo ammettere, quella che proprio non riesco a sopportare è Daisy. Se ci penso mi sale ancora il nervoso. xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non l'ho odiata perché mi è sembrato lo stereotipo delle ragazze ricche di quel tempo, però nemmeno mi ha fatto impazzire..

      Elimina
  8. Uno dei miei libri preferiti, sono contenta ti sia piaciuto! Anche io ho apprezzato il quadro che viene fatto degli anni Venti, ma soprattutto ho amato il fatto che tutti i personaggi in realtà non possono dirsi nè totalmente positivi nè del tutto negativi. Anche Daisy..che sì, è insopportabile e superficiale e in qualche modo noncurante ma su cui mi soffermo a pensare ogni volta che leggo il libro o mi capita di vedere il film. Mi fermo qui perchè altrimenti faccio un romanzo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto ^_^ Su Daisy hai ragione! Secondo me descrive alla perfezione il tipo di ragazza ricca di quel periodo :)

      Elimina
  9. Non è per niente il mio genere anche se il film lo vedrei volentieri :3

    RispondiElimina
  10. Un libro meraviglioso che adoro! :) Ho visto anche il film con Di Caprio, sarò una voce fuori dal coro, ma non mi è piaciuto granché. Ho apprezzato moltissimo quello del '74 invece, mi era piaciuto tantissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo bene per il film con Di Caprio! Io ho intenzione di vederli entrambi :)

      Elimina
  11. Mi trovo assolutamente d'accordo con te! Ho amato questo libro in primis per l'ambientazione, gli anni '20 mi piacciono da morire! Ho detestato Daisy in ogni modo possibile -.-
    E devo dire di aver anche adorato il film con Di Caprio *___* Stupendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli anni 20 piacciono molto anche a me *_*
      Non vedo l'ora di vedere il film!

      Elimina
  12. Anche a me è piaciuto molto ^^ E Daisy l'ho trovata insopportabile >-< Voglio proprio recuperare il film con DiCaprio...

    RispondiElimina
  13. Ho visto, ahimè, a metà il film con Di Caprio qualche mese fa, ma sul più bello mi sono addormentata. Il libro non l'ho mai letto, ma mi ha sempre ispirata, probabilmente perchè sono affascinata dalle storie di quell'epoca!
    Magari gli concederò una opportunità, dato che tu lo hai comunque apprezzato. Forse anche io mi troverò un pò confusa dato che odio quando non si capisce chi parla, ma nel complesso spero che sia una lettura positiva :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stata decisamente positiva, te la consiglio comunque :)

      Elimina
  14. bisogna essere predisposti, il testo è pesante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che io non l'ho trovato pesante? Sarà che era il periodo giusto xD

      Elimina
  15. E uno di quei libri che devo recuperare, non ho visto il film, ma se ne avrò opportunità lo guardo

    RispondiElimina
  16. A me lo stile dell'autore è piaciuto, ma la storia... forse perché ho trovato Daisy tremendamente irritante e Gatsby un povero fesso xD questo ha rovinato tutta la mia lettura! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, dai, da un certo punto di vista è romantica :D poi il fatto che lui è un fesso (ma nooo) e lei irritante sono un fatto a parte.. a me non hanno dato particolare fastidio forse perché sono personaggi che si sposano bene in quell'epoca :)

      Elimina
  17. Ciao io adoro le trame classiche e romantiche .. questo forse farebbe al caso mio . Mi dispiace non aver visto il film leggendo la trama mi sarebbe piaciuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', allora hai tempo per recuperare prima il libro e poi goderti il film :)

      Elimina
  18. Ciao Giusy! L'ho letto 3 o 4 anni fa e quando era uscito il film con di Caprio poi vidi anche quello (fatto molto bene tra l'altro. Fedele al libro e con scenografie bellissime!). Mi era piaciuto e non piaciuto al tempo stesso. Sullo stile dell'autore ti do ragione, è a tratti un po' caotico. Nick è vero! è un po' piatto, ma proprio per questo è perfetto come narratore degli eventi. Gatsby è un bel personaggio. Molto complesso e per tutta la sua vita ha solo lottato. (ma è anche sfortunato, però). Daisy l'ho odiata profondamente dall'inizio alla fine ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non vedo l'ora di recuperare i due film, sia quello con Di Caprio sia quello del '74 :D ho un po' paura con quello di Di Caprio perché ho visto i primi minuti e ho notato che ci sono colonne sonore molto moderne O_O

      Elimina
  19. Il film non l'ho visto anche se dicono che è molto bello, ho letto il libro però non ne sono rimasta colpita. Come dici tu è molto confuso in certi punti. Una storia gradevole si, ma forse sono una delle poche che non l'ha apprezzato in pieno

    RispondiElimina
  20. Concordo anche io sullo stile.
    Credo di aver letto "Il Grande Gatsby" per la prima volta nel.. 2013?
    Comunque l'ho dovuto rileggere un paio di volte prima di apprezzarlo davvero - sul subito l'avevo trovato molto sopravvalutato, ma proprio perché mi ero persa in quelle frasi che a volte secondo me erano troppo lunghe e troppo confuse.
    Già alla seconda lettura era andata meglio e ad ogni lettura scopro sempre una sfumatura nuova e diversa!

    RispondiElimina
  21. Io ho amato alla follia questo romanzo. Ma conosco parecchie persone a cui non è piaciuto, un po' per lo stile, particolare, un po' per i personaggi. Capisco cosa intendono ma non posso condividere la lo loro opinione. Il problema è che ci si aspetta un libro di facile lettura, magari con personaggi non troppo complessi e questo romanzo non possiede né l'altra caratteristica.

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.