11.1.16

Italian Corner #14 Il segreto della crisalide, Denise Aronica

Sono maledettamente indietro con tutto. Con le recensioni. Con le novità. Con le mail (giuro che vi rispondo presto). Con le rubriche. E a proposito di rubriche, non ho ancora deciso la sorte di Italian Corner. C'è a chi piace, chi preferisce le normali segnalazioni. Ho aperto l'ennesimo sondaggio, sperando che questa volta io arrivi ad una conclusione.
L'AUTRICE
Denise Aronica ha ventiquattro anni, è originaria di Palermo, ma vive ormai in Romagna da più di dieci anni. Si è appassionata alla lettura da bambina grazie ai suoi genitori, che avevano l'abitudine di leggerle una favola ogni sera prima di metterla a dormire. A un certo punto, quando frequentava ancora le scuole superiori, ha deciso che voleva raccontare le sue storie, così ha iniziato a scrivere e da allora non ha più smesso. Al di fuori di questo, nel tempo libero le piace stare col suo fidanzato, leggere e occuparsi del suo blog letterario (Reading is believing), ascoltare musica di ogni genere e guardare più telefilm di quanti non riesca a seguirne.

IL LIBRO: IL SEGRETO DELLA CRISALIDE
"Il segreto della crisalide" racconta la storia di Olivia, una diciassettenne che, dopo la tragica perdita dei genitori, incapace di affrontare il lutto, si chiude in se stessa e si nasconde tra le pagine dei libri, sviluppando una vera e propria dipendenza dalla lettura. Il romanzo è incentrato sul suo percorso di crescita e sul modo in cui Olivia, grazie all'amore e al sostegno delle persone che la accompagneranno durante il cammino, affronta le difficoltà che la ostacolano per riuscire a riprendere il controllo sulla propria vita.

Mi sveglio con un sussulto. (...) Max mi sta fissando nell’oscurità a pochi passi dal divano. Deve essere stato lui a scuotermi. «Liv?» Mi chiama sottovoce. «Che succede?» Mormoro, la voce impasta dal sonno. «Ho fatto un brutto sogno.» (...) Mi sposto per fargli spazio e lo invito a stendersi accanto a me. Da quando siamo andati a stare dai nonni per noi è diventato normale dormire insieme di tanto in tanto. Soprattutto nelle prime settimane, Max non riusciva a stare da solo nella sua nuova camera, diceva di non sentirsi a casa senza mamma e papà. Io lo accoglievo in silenzio sotto alle coperte ogni volta che veniva a bussare alla mia porta, senza dire niente perché in realtà non c’era niente da dire. Non gli ho mai svelato che averlo vicino fa sentire meglio anche me, ma sospetto che in fondo lo sappia. Max mi si avvicina e poggia la testa sulla mia spalla. Nel buio non riesco a vedere l’espressione del suo viso, ma mentre inizio a passargli la mano tra i riccioli per tranquillizzarlo, sento il suo respiro farsi più profondo e capisco che si è riaddormentato. Far tacere i miei pensieri non sarà altrettanto facile ora che si sono appena riaccesi. Me ne resto a fissare il soffitto per un po’, continuando ad accarezzare i capelli del mio fratellino e facendomi domande che sarebbe meglio non porsi. Perché è dovuto capitare proprio a noi? Perché è dovuto proprio capitare a prescindere? Posso continuare a chiedere in eterno eppure non avrò mai una risposta, nessuno è in grado di darmene una.
PERCHÉ LEGGERE IL SEGRETO DELLA CRISALIDE?
"Il segreto della crisalide" è un romanzo dolce e sincero, semplice e genuino. Forse dalla trama potrebbe sembrare piuttosto serio e pesante, ma non è affatto così. A essere protagonista, al contrario di quanto si potrebbe pensare, non è la tristezza, ma la speranza. Si tratta di una storia piena d'amore, in tutte le sue forme, che parla di come rimettere insieme i pezzi per costruire qualcosa di nuovo con la voglia di tornare a sorridere anche dopo che il proprio mondo è andato in fratumi.

A CHI E' RIVOLTO?
Il romanzo è consigliato a chiunque ami le storie di questo genere, e a chi, almeno una volta nella vita, ha perso qualcuno o qualcosa e si è sentito come se non gli fosse rimasto più niente per cui andare avanti, e invece poi è riuscito a rialzarsi.

CONTATTI

Che ne pensate? Avete letto il libro? ^_^
A presto!

5 commenti:

  1. Grazie per questo spazio, Giusy ;) <3
    Spero il mio pargolo possa incuriosire qualcuno dei tuoi lettori!

    RispondiElimina
  2. l'ho appena appena letto, è il mio primo libro 2016. Trovo che sia una storia dolce, che fa pensare ma non esageratamente pesante, anche se triste all'inizio. Leggilo, merita

    RispondiElimina
  3. Lo devo assolutamente leggere! Avevo seguito un blogtour e mi ispirava tantissimo e poi l'altro libro di Denise mi era piaciuto molto quindi gli darò sicuramente una possibilità *_*

    RispondiElimina
  4. A me piace tanto questa rubrica Giusy! <3
    E' sempre sul Kindle come l'altro libro di Denise, devo sbrigarmi a iniziarli! ^_^

    RispondiElimina
  5. Io l'ho letto da poco e devo dire che è un libro davvero molto carino :) Non sono ancora riuscita a scrivere neanche due righe su lui :( ma è stata una lettura che ho apprezzato :)

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.