30.4.15

Oh my Gosh, April is already gone!

OH MY GOSH. APRIL IS ALREADY GONE!
Non riesco a trovare titolo più adatto per questo post. Sembra che Aprile sia iniziato ieri, invece è già finito. E gli esami sono sempre più vicini. E io non ho ancora fatto la tesina. NON ho ancora pensato a che argomenti portare. E tutto ciò mi stressa. E credo di impazzire. Per questo motivo qualche giorno fa ho pubblicato quel post sulla pagina facebook nel quale dicevo che FORSE DOVREI prendermi una pausa. Niente più blog, niente più blogger, niente più libri, niente più serie tv fino alla fine della scuola. Per niente in realtà non intendo proprio NIENTE (perché diciamocelo, chi ci riuscirebbe?) ma continuerei a pubblicare qualche post (magari programmato, anche se mi sembra difficile dato che io e i programmi non andiamo d'accordo) e ovviamente a leggere, seppur con ritmi meno frequenti. Come però ho già detto devo ancora pensarci, perché io NON VOGLIO, ma so che DEVO per concentrarmi di più sullo studio e dare il meglio di me. Quindi al momento è tutto un forse ma nel caso in cui sparissi per giorni, saprete che fino ho fatto. 
COSA HO LETTO 
Questo mese ho letto solo due libri. SOLO DUE. Sono una cattiva lettrice, lo so, ma è stato un mese piuttosto impegnativo. Ho letto Il trono di spade in circa venti giorni nonostante mi sia piaciuto e quando mi mancavano all'incirca due capitoli, il mio cervello è entrato nella modalità NO. Avete presente quando siete così stressate da non riuscire a leggere libri impegnativi? Ecco, mi è successa una cosa del genere. Per fortuna avevo quasi finito il libro altrimenti ne avrebbe risentito molto. Dopo ho iniziato Forse un giorno e devo dire che è stata una lettura bella. Non al pari di Tutto ciò che sappiamo dell'amore, quello per me rimarrà sempre il migliore. 

AWARDS 
 Era da tempo che non assegnavo gli Awards ai personaggi! Questo mese vince il premio come miglior personaggio *rullo di tamburi* Arya de Il trono di spade! In realtà i personaggi che mi sono piaciuti di questa serie sono molto di più, ma ho scelto Arya perché mi ha rapito con la sua testardaggine e i suoi modi di fare mascolini! Come miglior personaggio secondario vince Warren di Forse un giorno. Il mio mito. Vorrei tanto leggere la novella dal suo punto di vista ma non credo che sopporterei Bridgette :\. Invece il premio come personaggio "meh" lo vince Maggie, sempre di Forse un giorno. Sinceramente i personaggi bellissimi, simpatici, intelligenti, fantastici e chi più ne ha più ne metta, mi stanno sulle balle. 

COSA HO VISTO 
Questo mese ci sono data dentro con le serie tv! Ho visto JANE THE VIRGIN. In realtà sono ancora alla puntata 14 (o 13, non lo ricordo, fortuna che esiste Tv Shows :D) e io A D O R O questa serie. E' semplicemente fantastica. Ne ho parlato nella scorsa puntata di Lost in tv shows, perciò se volete saperne di più vi invito a leggere il post (attenzione, potrebbero esserci alcuni spoiler!). Vi dico solo che questa serie parte alla grande già dal pilot e che mi piace perché ha tutto: romance, humor, crime, drama e chi ne ha più ne metta. Il colpo di grazia lo danno le scene in spagnolo *-* i personaggi poi sono davvero fantastici, sia principale che secondari..persino i tizi che fanno solo una comparsa! Giuro che non riesco nemmeno ad odiare la stronza di turno perché mi fa morire xD
Lasciamo stare Jane the Virgin (altrimenti finiamo stanotte) e passiamo a IL TRONO DI SPADE. Ho visto solo quattro puntate e mi è piaciuto molto. Al momento non ho molto da dire..vi dico solo che se non riesco a procurarmi i libri in tempo,  mi finisco tutta la serie XD. Ho iniziato la seconda stagione di YOUNG&HUNGRY, ma ho visto solo quattro episodi. Fantastica anche questa serie. Ve la consiglio se avete bisogno di qualcosa di divertente! Vista anche la 1x01 di VIKINGS -che non mi ha fatto impazzire- e di IZOMBIE. Se volete sapere il mio parere delle puntate viste vi rimando a questi link (x x).

POST PUBBLICATI
Tappa #4 Blogtour La cacciatrice di stelle, recensione InsurgentPost randomItalian CornerA fragment of Il trono di spade, 2th blogversarygruppo di lettura, special favorite male characterssondaggio gruppo di lettura, from my wishlist - filosofia, recensione Il trono di spade, Forse un giorno
FOCUS ON
  • Esattamente un mese fa Book Blogger Side Effects ha aperto i battenti. Se amate cucinare, la grafica, i telefilm, il make up, la musica seguite me, Annie, Cristina, Rosa e Valentina in questa nuova avventura!
  • Credo che lascerò perdere la tbr challenge. In questo periodo non riesco a seguire nulla ç_ç 
  • Il blog questo mese ha compiuto due anni! Oggi è l'ultimo giorno per poter partecipare al giveaway (link sopra!)
  • Stiamo scegliendo il prossimo libro per il gruppo di lettura (link sempre sopra). 
  • Prometto che appena ho tempo rispondo a tutte le mail.
E per questo mese è tutto. Mi scuso se ho scritto tantissimo e vi ho annoiato!! Un bacio a tutti e domani passate un bel primo maggio!

26.4.15

Bookish Playlist #2 Forse un giorno

Buona domenica divoratori! Passato un bellissimo 25 aprile? :D 
Oggi ritorna l'appuntamento con la rubrica Bookish Playlist, rubrica ideata da me e che ho postato soltanto una volta poiché da gennaio ad ora ho trovato musica soltanto in un libro, Blue. Adesso però ne sto leggendo uno nel quale la musica è la protagonista assoluta. Riuscite ad indovinare di che libro si tratta? sì certo l'ho scritto nel titolo.
Rubrica casuale che tratta di musica e libri.
Si ferma per qualche secondo prima di scrivere e si volta lentamente verso di me. La sua espressione è trepidante, e sono curiosa di sapere perché. I suoi occhi lasciano i miei e si abbassano lentamente, accarezzandomi, fino a tornare sul foglio. Inspira ed espira a fondo, poi inizia a scrivere. Lo guardo riscrivere tutta la canzone, seguendolo attentamente e decifrando piano piano le sue aggiunte.

MAYBE SOMEDAY
Seeing something from so far away
Get a little closer every day
Thinking that I want to make it mine
I’d run for you if I could stand
But what I want I can’t demand
Cuz what I want is you 
Ritornello.
And if I can’t be yours now
I’ll wait here on this ground
Til you come, til you take me away
Maybe someday
Maybe someday
I try to ignore what you say
You turn to me, I turn away.
But Cupid must have shot me twice
I smell your perfume on my bed
Thoughts of you invade my head
Truths are written, never saidRipeti ritornello.
You say it’s wrong, but it feels right
You cut me loose, then hold on tight
Words unfinished, like our song
Nothing good can come this way
Lines are drawn, but then they fade
For her I bend, for you I break
Ripeti ritornello.


Come immagino già sappiate, Forse un giorno tratta anche di musica. L'autrice Colleen Hoover insieme al cantautore Peter Griffin (giuro che non l'ho fatto apposta lol) Griffin Peterson hanno ideato una playlist per il libro. Ogni canzone è stata creata per una precisa scena del libro ed infatti le parole descrivono perfettamente le emozioni dei protagonisti. 
Che ne pensate di Maybe Someday, canzone che ha dato titolo al romanzo? Devo ammettere non è il mio genere però è abbastanza orecchiabile e dopo aver ascoltata un paio di volte sta iniziando a piacermi! Il libro stranamente mi sta piacendo tantissimo, spero davvero che la Hoover non mi deluda nella parte finale, come era successo in Hopeless! Fatemi sapere cosa ne pensate ^-^

23.4.15

Recensione Il trono di spade, George R. R. Martin

Titolo: Il trono di spade (Cronache del ghiaccio e del fuoco #1)
Autore: George R. R. Martin
Pagine: 443
Editore: Mondadori
In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L'ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all'ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all'estremo Nord la Barriera - una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei - sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono quegli esseri con gli occhi così innaturalmente azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita o il sonno a chi ha la mala di incontrarli?
Finalmente anch'io ho iniziato questo fantastica serie! Era da tempo che mi ripromettevo di iniziarla e quando ho trovato il primo volume a circa cinque euro ne ho approfittato. Prima di iniziare il libro però ero un pochino preoccupata che non mi potesse piacere, nonostante l'epic fantasy sia uno dei miei generi preferiti in assoluto. Essendo scritto da un uomo, pensavo che sarebbe stato più indirizzato ad un pubblico maschile che ad uno femminile e che quindi mi sarei leggermente annoiata. Una volta iniziato il libro però tutte questo preoccupazioni sono scivolate via. La storia è davvero molto bella e circa due capitoli dopo avevo preso a cuore tutti i personaggi (non sto scherzando). Infatti i personaggi credo che siano il punto forte del libro: sono tantissimi, ma tutti ben descritti e diversi l'uno dall'altro che risulta impossibile confonderli. Ognuno di loro ha il proprio spazio, in questo volume in particolare Ned Stark e la moglie, ma ci sono anche capitoli riguardanti Jon, Bran, Tyron, Arya e Daenerys, tutti personaggi interessantissimi e che mi sono piaciuti da morire! Lo stile dell'autore è molto descrittivo e secondo me non può piacere a tutti. Personalmente a me è piaciuto molto ed è riuscito a coinvolgermi tantissimo! L'ambientazione sembra molto promettente. Nel libro vengono citate tantissime creature che però ancora non si sono viste -eccetto gli adorabili metalupi-. Ciò che invece non mi ha molto convinto è il finale. Mi è sembrato inconclusivo. E' pur vero che è una serie e che continua in altri diecimila libri, ma a mio parere la storia narrata in un volume dovrebbe terminare (almeno in parte) nel primo volume (spero abbiate capito quello che voglio dire ç_ç). Ad ogni modo non posso pronunciarmi su questo poiché il primo volume originale è stato diviso in due dagli editori italiani. Quindi uno straniero corrisponde a due italiani. Perché le ce devono fare queste cose? 

CRONACHE DEL GHIACCIO E DEL FUOCO
#1 Il trono di spade
#2 Il grande inverno
#3 Il regno dei lupi
#4 La regina dei lupi
#5 Tempesta di spade
#6 I fiumi della guerra
#7 Il portale delle tenebre
#8 Il dominio della regina
#9 L'ombra della profezia
#10 I guerrieri del ghiaccio
#11 I fuochi di Valyria
#12 La danza dei draghi
#13 The Winds of Winter
#14 A dream of spring

Fatemi sapere se avete letto o vi piacerebbe iniziare questa serie c: io in contemporanea ho iniziato il telefilm che mi sta piacendo davvero tanto ** 

22.4.15

From my wishlist #15 Filosofia

Buon pomeriggio lettori!! Oggi riprendo una rubrica che ultimamente ho trascurato! In realtà sto un po' trascurando blogger a causa dello studio ç_ç ma spero di rimediare presto! E, a proposito di studio, il tema della rubrica sarà.. FILOSOFIA.
Probabilmente vi sembrerò più folle di Nietzsche (e forse non avete torto) ma la filosofia è una delle mie materie preferite. Ultimamente sto studiando questo filosofo e il suo pensiero mi piace parecchio. D'altronde nel mio libro molti argomenti vengono spiegati con estratti del suo libro, che sto apprezzando davvero tanto. Perciò il protagonista della rubrica è NIETZSCHE!
I temi li trovate qui

La gaia scienzaNell’agosto del 1881, in Engadina, «6000 piedi al di là dell’uomo e del tempo», Nietzsche ebbe la folgorazione dell’«eterno ritorno», il vero mistero filosofico della sua vita. Ed è di questo periodo l’elaborazione della Gaia scienza, libro che «rivela da cento segni la prossimità di qualcosa di incomparabile». Qui lo stile di Nietzsche sembra raggiungere la sua perfezione: all’implacabile spirito indagatore, a cui già si dovevano Umano, troppo umano e Aurora, si associa ora quello spirito della danza che attendeva di presentarsi nella figura di Zarathustra. Così la scienza diventa «gaia», e già nel titolo si offre il richiamo a «quella unità di ‘cantore’, ‘cavaliere’ e ‘spirito libero’ che differenzia quella meravigliosa e precoce civiltà dei Provenzali da tutte le civiltà equivoche». E insieme ora si afferma definitivamente in Nietzsche quella «riabilitazione dell’apparenza» che segnerà l’ultima fase del suo pensiero. Tutte le tensioni laceranti che sfoceranno nella follia sono già presenti in queste pagine, ma ancora sovranamente dominate. Sicché per un lettore che voglia avvicinarsi all’opera di Nietzsche, forse questo è il libro più consigliabile: muovendosi fra le sue pagine ripercorrerà quel labirinto che Nietzsche è stato.

Umano, troppo umano. Un libro per spiriti liberi."Dedicato alla memoria di Voltaire nell'anniversario della sua morte avvenuta il 30 maggio 1778" volle scrivere Nietzsche sul frontespizio della prima edizione di Umano, troppo umano, quasi a sottolineare il carattere "illuministico" di questa sua opera. Scritto tra il 1876 e il 1879, il libro, nella sua forma definitiva, comprende due volumi, nel secondo dei quali Nietzsche raccolse Opinioni e detti diversi e II viandante e la sua ombra, già pubblicati separatamente. Circola in quest'opera, che rifiuta la tentazione metafisica e le sue cristallizzazioni dogmatiche di un conoscere separato dalla vita, una sorta di sottile e spregiudicata ebbrezza intellettuale che cattura il lettore per la ritmica felicità espressiva, perfettamente aderente al gusto della conquista interiore.

Così parlò Zarathustra. Un libro per tutti e per nessuno.L’idea di Così parlò Zarathustra balenò a Nietzsche come una folgorazione nell’agosto del 1881, in Engadina, «6000 piedi al di là dell’uomo e del tempo». Essa coincise con il rivelarsi dell’eterno ritorno, la misteriosa intuizione che segna il passaggio alla ultima fase del pensiero di Nietzsche e lo tramuta tutto dall’interno. Così anche lo Zarathustra rielabora e ripresenta tutto ciò che Nietzsche era stato fino allora in una forma assolutamente nuova, e soprattutto in una forma incompatibile con i canoni della filosofia occidentale. «Un libro per tutti e per nessuno» dice il sottotitolo: proprio perché obbliga il pensiero a parlare immediatamente, fuori da ogni tecnicismo, in una forma poetica e profetica, Zarathustra è sempre stato il libro più letto e venerato di Nietzsche, ma al tempo stesso è il suo libro di enigmi, protetto da saldi sigilli, un libro che sorprende e appare diverso ogni volta che lo si apre. Nietzsche fu del tutto conscio di questo doppio carattere dello Zarathustra, e in certo modo di tutta la sua opera. In una lettera del 1884 scriveva: «Chissà quante generazioni dovranno trascorrere per produrre alcune persone che riescano a sentire dentro di sé ciò che ho fatto! E anche allora mi terrorizza il pensiero di tutti coloro che, ingiustificatamente e del tutto impropriamente, si richiameranno alla mia autorità. Ma questo è il tormento di ogni grande maestro dell’umanità: egli sa che, in date circostanze del tutto accidentali, può diventare con la stessa facilità una sventura o una benedizione per l’umanità».

Allora, che ne pensate? Avete letto questi libri o libri di qualche filosofo?

20.4.15

Gruppo di lettura #4 Sondaggio

Buon pomeriggio lettori! Finalmente ho tolto quell'obbrobrio di grafica. Nel momento stesso che l'ho creata sapevo che sarebbe durata poco eppure l'ho voluta cambiare per forza. Ad ogni modo ieri mi sentivo abbastanza ispirata e ne ho approfittato per creare qualcosa di carino! Volevo qualcosa di primaverile ma cercando nelle miei centinaia di cartelle ho trovato quell'adorabile immagine, fonte della mia ispirazione. Ancora devo cambiare alcune cose, ma credo che lo farò nei prossimi giorni.
Qualche settimana fa vi ho chiesto suggerimenti per il nuovo gruppo di lettura. I titoli che avete suggerito sono tutti molto interessanti e oggi vi tocca sceglierne uno! Alcuni li ho tolti o perché li ho già letti o perché non mi va proprio di leggerli e_e Non inserirò le copertine perché dopo la grafica di ieri non voglio vedere più codici-link-eletteremesseacaso per i prossimi dieci anni.
CLASSICI
  • Emma, Jane Austen
  • Madame Bovary, Gustave Flaubert
  • Il buio oltre la siepe, Harper Lee
  • Il nome della rosa, Umberto Eco
NARRATIVA CONTEMPORANEA
  • Revival, Stephen King.
  • Il dardo e la Rosa, Jacqueline Carey
  • Nessun dove, Neil Gaiman
  • Teorema Catherine, John Green
  • L'amore bugiardo, Gillian Flynn
  • La Verità sul Caso Harry Quebert, Joël Dicker
IN LINGUA
  • Written in red, Anne Bishop
  • Twenties Girls, Sophie Kinsella
  • The kiss of deception, Mary E. Pearson
E adesso ecco i libri che suggerisco io:
  • 1984, George Orwell. Tempo fa lessi La fattoria degli animali e mi piacque molto, perciò sono molto curiosa di leggere qualcos'altro di Orwell.
  • Il grande Gatsby, Scott Fitzgerald
  • L'angelo caduto + World After di Susan Ee. Voi conoscete il mio amore profondo per questa serie. A Maggio uscirà il terzo volume e mi piacerebbe rileggere i primi due volumi. Il primo è edito in Italia, mentre l'altro non è ancora uscito (ma dovrebbe) però esiste una traduzione in italiano (io stessa la possiedo, potrei passarvela). O altrimenti si possono leggere in lingua. 
E adesso, votate! Tra una settimana o due, chiuderò il sondaggio e darò il via al gruppo di lettura!

15.4.15

Special #8 favorites male characters

Buona sera lettori c: tra torte, padre che dice di aver bisogno del pc, madre che dice di aver bisogno di me, preparo questo post da circa le sei. Finalmente sono riuscita a portarlo a termine. 
Oggi parliamo di personaggi maschili che mi sono rimasti nel cuore ♥ cercherò di dividerli in categorie.

SPECIAL: FAVORITE MALE CHARACTER
Iniziamo dal ragazzo bello e impossibile, quello che tutte le ragazze vorrebbero avere, quello che si crede il più figo di tutti e che ha un senso dell'umorismo tutto suo. Quello tanto desiderato ma che poi, alla fine, sceglie proprio la sfigata di turno.
Quando penso a questo genere di personaggio, mi viene in mente Daemon Black della serie Lux. E come dimenticare Cameron Hamilton (Ti aspettavo), nato anche lui dalla penna della Armentrout.

Poi ci sono quei personaggi maschili che hanno un caratteraccio, quelli stronzi che non hanno peli sulla lingua che però sono degli amici fantastici, delle persone su cui poter contare.
In questa categoria vanno assolutamente Mihno di Maze Runner e Ronan di Raven Boys, entrambi personaggi che non ci pensano due volte a sputarti veleno in faccia ma che, in fondo in fondo, sono delle persone oneste e leali, che farebbero di tutto per i loro migliori amici.
Altro personaggio che fa parte di questa categoria è Jackson di Poison Princess. In realtà non ho idea se sia un buon amico o meno. Di una cosa sono certa però: ha un caratteraccio. Ed è per questo che noi lo amiamo 

Cattivi. Cattivi che in fondo non sono poi così cattivi e cattivi che sono veramente cattivi. 
Questa è una delle mie categorie preferite in assoluto. Io ho un debole per i cattivi, sia per quelli che alla fine si rivelano dei ragazzi con carenze d'affetto sia per quelli che sono proprio cattivi di natura. In questa categoria non possono assolutamente mancare Sebastian di Shadowhunters, uno dei Best Villain Ever, che fa parte della categoria cattivi-cattivi, e poi Raivo (Millennio di fuoco)e Warnen (Shatter me, vabbé questo lo sanno tutti) della categoria cattivi-non-del-tutto-cattivi.

Poi invece ci sono quei personaggi maschili sempre con il sorriso in bocca e con la frase pronta.
E qui non possiamo non citare Augustus di Colpa delle stelle e Jem di Shadowhunters. Entrambi personaggi dolcissimi che hanno sempre una perla di saggezza a portata di mano.

Un'altra categoria è quella dei personaggi silenziosi e riservati. Quelli enigmatici e, che a primo impatto, sembrano freddi. In questa fanno parte tutti quei personaggi che si irritano facilmente, quelli che stanno per conto loro, quelli che dopo quattrocento pagine non hai capito chi sono e da che parte stanno, quelli timidi ma che alla fine, hanno un cuore grande.
Questa è un'altra delle mie categorie preferite in assoluto. Ogni personaggio maschile con queste caratteristiche mi fa venire un infarto solo solo con uno sguardo (alla protagonista, purtroppo). Non a caso i miei personaggi maschili preferiti in assoluto fanno parte di questa categoria: Chaol (Il trono di ghiaccio), Sean (La corsa delle onde -giuro che prima o poi scriverò una recensione degna almeno in parte di questo libro), Peeta (Hunger Games), Gavriel (I segreti di Coldtown), Raffe (L'angelo caduto), Kieran (La cacciatrice di fate) e Kanin (Immortal Rules). Un bel po' di nomi..ma ve l'ho detto: IO AMO QUESTO GENERE DI PERSONAGGI.

E adesso ho voglia di rileggere tutti i libri citati *_* giusto per fangirlare ancora! 
Spero che questa sorta di tag vi sia piaciuto ♥  mi piacerebbe tantissimo sapere le vostre risposte. Se volete fatelo in un commento o in post (in tal caso poi lasciatemi il vostro link) ^_^ 
Buona serata ♥

11.4.15

Gruppo di lettura: consiglia il libro!

Buon pomeriggio lettori c: Innanzitutto, siamo 402 divoratori *w* grazie mille ♥ 
Secondo, sono felice che molte persone stiano partecipando al giveaway che ho organizzato in collaborazione con un'autrice misteriosa. Volevate un altro indizio? No. AHAHAHAH. Oggi però mi sento buona e ve lo dico. L'autrice è straniera. And now, provate ad indovinare :D non dimenticate di lasciare tutti i link di condivisione ecc. nel commento!
Adesso passiamo all'argomento del giorno. E' da un paio di mesi che non organizzo un gruppo di lettura. L'ultimo risale a La corsa delle onde che si è rivelato davvero un successo. Un libro fantastico, uno dei miei preferiti che abbiamo amato tutte tantissimo. E, lasciatemelo dire, se non l'aveste scelto io probabilmente non l'avrei letto perché dalla trama non mi attirava granché. Per questo motivo anche questa volta ho deciso di ascoltare i vostri suggerimenti. Potete consigliare un classico, un libro in lingua e uno di narrativa contemporanea (tre a testa in modo da non avere diecimila titoli alla fine). L'importante è che non siano libri che si leggono in pochissimo, come La corsa delle onde. Ho sofferto tantissimo. 
La prossima settimana voteremo il libro e qualche settimana dopo inizieremo la lettura :3 quindi abbiamo un bel po' di tempo per organizzarci! 

9.4.15

2th blogversary ♡ special giveaway!

Buon pomeriggio, lettori ♡
Oggi è un giorno speciale: Divoratori di libri compie due anni ♥ un traguardo che sinceramente non mi sarei mai aspettata. Sono esattamente il tipo di ragazza che a volte inizia una cosa e poi la lascia a metà, perciò quando due anni fa ho deciso di aprire il blog non pensavo che sarebbe durato a lungo, anche perché possedevo già un blog nel quale parlavo d'altro ma che purtroppo non mi dava molte soddisfazioni. Vorrei ringraziarvi uno ad uno ma con la memoria che mi ritrovo probabilmente scorderai qualche nome e sarebbe tutto molto imbarazzante. Perciò evitiamo. Adesso state tranquilli, non ho intenzione di scrivere un discorso lunghissimo e commovente, per quest'anno ve lo risparmio :'D
Per questo compliblog non avevo intenzione di fare nulla per una serie di motivi, però qualche giorno fa un'autrice che avevo contattato qualche settimana fa ha risposto alla mail che le avevo mandato. Immaginate i miei salti di gioia. Nella mail diceva che la mia idea le sembrava molto divertente e che avrebbe partecipato con piacere. Immaginate i miei salti di gioia con tanto di capriole. 
<a href="http://divoratoridilibri.blogspot.com/2015/04/2th-blogversary-special-giveaway.html"><img src="http://i61.tinypic.com/2nk48ix.png" height="auto" width="270" /></a>

Quello che ho pensato è un'intervista e un giveaway un po' particolari. Infatti sarete proprio voi lettori a fare la domanda all'autrice. Ma non è finita qui. L'autrice verrà rivelata soltanto alla fine del giveaway con le risposte alle vostre domande.
 Dunque quello che dovete fare per partecipare al giveaway è:
  • seguire il blog [+1]
  • commentare con una domanda, magari un po' particolare, facendo attenzione che un altro lettore non l'abbia già fatta [+1]
  • provare ad indovinare l'identità dell'autrice [facoltativo, ma nel caso in cui indovinaste avrete +2 possibilità]
  • condividere sui social [+1]
  • condividere il banner [facoltativo, +1]
Il giveaway terminerà il 30 Aprile e successivamente invierò le vostre domande all'autrice che, appena avrà del tempo libero, mi farà avere le risposte per email. Appena avrò tutto pronto, pubblicherò un post in cui svelerò l'identità dell'autrice più le sue risposte. Sarà anche annunciato il vincitore (scelto con random.org) che vincerà una copia del suo libro.
Vi darò solo pochissimi indizi e anche piuttosto vaghi perché credetemi, è davvero facilissimo e ogni mia parola di troppo potrebbe rovinare tutto! Vi dico solo che è una persona davvero fantastica e il suo libro è uno young adult che non vedo l'ora di leggere!

Detto questo, spero partecipiate in tanti. Sono sicurissima che molti di voi bramino questo libro e che appena scopriranno l'autrice, salteranno dalla gioia insieme a me. 
Possa la fortuna essere sempre con voi c:

8.4.15

A fragment of #17 Il trono di spade

Buon pomeriggio, divoratori c: oggi ritorna una rubrica che ultimamente ho un po' trascurato. L'estratto che vi presento è tratto dal libro Il trono di spade, che ho iniziato qualche giorno fa.

15784892
"Allora lascia che ti dia qualche consiglio, bastardo" riprese Tyron Lannister. "Mai, mai dimenticare chi sei, perché di certo il mondo non lo dimenticherà. Trasforma chi sei nella tua forza, così non potrà mai essere la tua debolezza. Fanne un'armatura e non potrà mai essere usata contro di te."



Questa citazione è tratta dal capitolo dedicato a Jon Snow, un personaggio che al momento mi sta piacendo, come del resto tutto il casato degli Stark. Non vedo l'ora di continuare *-*
Voi avete letto questo libro? Seguite la serie? Io vorrei iniziarla ma mi sto trattenendo (prima devo finire il libro xD). Ditemi una cosa: la prima stagione della serie tv comprende solo il primo volume o anche altri?

7.4.15

Italian Corner #2

Buon pomeriggio lettori c: siete sopravvissuti ai lunghissimi pranzi pasquali? :D 
Oggi vi presento un'autrice italiana, Aurora Gray. Aurora mi aveva chiesto di leggere il suo libro ma come sapete non ho un buon rapporto con i romance e ho rifiutato ma, per rimediare, le ho promesso un po' di spazio su Divoratori di libri c:

Chi è Aurora Gray?
Aurora Gray, scrittrice romana, classe ’84, nasce per scrivere, cresce scrivendo e, senza alcun dubbio, morirà dopo averne scritte di tutti i colori.

Il suo romanzo: Finalmente ti ho trovata.
Due anime sensibili e fragili camminano parallelamente su strade che non si incontrano. Bruno, affetto da una soffocante malattia e da ricordi troppo dolorosi e Aurora, divorata da un amore irrealizzabile, continuano a credere, malgrado la vita e ciò che essa comporti, che qualcosa di più gli aspetti dietro l’angolo. Sullo sfondo di una Roma moderna, un po’ calpestata dalla mondanità, Bruno e Aurora vivono, soffrono, ridono e, infine, tentano di crederci ancora.

INCIPIT
La prima volta che abbiamo fatto l’amore mi è sembrato di averlo fatto con tutti gli uomini che non avrei mai più avuto. 
Avevamo passato e distrutto il confine ultimo di qualsiasi desiderio avessi e avrei immaginato mai di avere. 
Tutta la mia storia, ogni amara goccia di sudore delle mie esperienze, tutta la sua storia, ogni bruciatura cicatrizzata sulla sua pelle, quella pelle tatuata di dolore, tutto di noi due fu, in un attimo, un tutt’uno.
Una cosa sola. 
Mi penetrò così a fondo che il mio respiro s’inquinò dei suoi umori. 
Mi penetrò così a fondo da contagiarmi ogni tessuto, ogni organo, ogni cellula. 
E non fu certo per il suo corpo, così maltrattato da quelle ferite invisibili che si celavano dietro ai colori eccentrici delle maschere diaboliche sulla sua pelle. Sì, quei tatuaggi che tengono distanti i più, eccitando invece me, quella strana. 
E non fu certo per la sua furia, per la sua sete di me, per i suoi rintocchi dentro le mie viscere. 
E non fu neanche perché non lo fece come è solito farlo un uomo. 
Fu perché a penetrarmi fino in fondo, svuotandomi l’anima, furono lui e i suoi occhi, che oltrepassarono qualsiasi soglia di pudore e mi strapparono di dosso la verità. 
E fu allora che sentii quell’urlo di dolore che dalle sue profondità si svelò a me, si unì al mio, complici nella corposa densità di piacere che ci stavamo regalando a ogni racconto, a ogni storia, a ogni mistero svelato attraverso le nostre estremità. A ogni trauma neutralizzato dal nostro amore. 
Non parlammo mai durante quel primo rapporto, mai.
Eppure fu come essersi raccontati tutta una vita. 
A trentacinque anni, dopo aver creduto di aver conosciuto il significato della passione e averla sperimentata in molte delle sue sfaccettature, mi resi conto che con lui feci per la prima volta l’amore.

Di cosa parla Finalmente ti ho trovata? Ce lo spiega Aurora.
Quando l’amore regala sofferenza e abbandono è facile cadere nella trappola della negazione. Chiudersi nel proprio mondo, vomitare lacrime amare e lasciare che il dolore ci soffochi non può che distruggere tutto ciò che di buono può fiorire in noi. Questo romanzo serve a chi si sente solo nelle proprie sofferenze, a chi si sente emarginato o disilluso, ormai convinto che il lieto fine sia solo per pochi. Due anime gemelle vivono nella stessa città e condividono gli stessi pensieri, calpestano le stesse strade, respirano la stessa aria malinconica di una metropoli troppo grande per loro. Tra continui fallimenti amorosi e consigli sbagliati degli amici, i due protagonisti, malgrado ammaccati, perseverano nel credere all’amore.

Perché i lettori dovrebbero leggere proprio il vostro libro?
Chiunque potrà immedesimarsi nelle storie dei protagonisti e trarne un messaggio di profonda speranza.

A chi è rivolto?
A chi non crede più nell’amore.
«Sei troppo sognatrice.»
Ecco, mi sta guardando con quegli occhi. Sì, li riconosco. Quegli occhi. 
«E poi parti in quarta. Non ti dai mai tempo.»
Mi sembrava strano che anche Rossana non mi avesse tirato la solita sciabolata sulla giugulare. Rossana e Giovanna, le mie migliori amiche.
«E sai, alla fine dei giochi, qual è il risultato?»
Annuisco disfatta. Ora è Giovanna che ricomincia a inveirmi contro.
«Che risulti scontata.» 
Lo ripetiamo in coro, come quando ripetevamo La Ginestra, ai tempi della scuola superiore. La storia è sempre la solita. Dopo un bel po’ di fregature ti ci abitui ma, in fondo, nel più profondo di te stessa, in quella parte che non è solita raccontarsi bugie, non ti ci abitui mai. Fa sempre male, eppure adesso, dopo aver collezionato un paio di fallimenti in più, sai meglio come accusare il colpo. 
«Sei troppo romantica. Leggi troppi libri. Nella vita reale non funziona così.»
Non alzo lo sguardo. Continuo a fissare lo schermo spento della televisione. Potrei risponderle tante cose con il mio sguardo. Ma non la guardo. Potrei risponderle che se nella vita reale i ragazzi che ti chiedono di sposarti sono cinque anni che ti tradiscono e tu lo sai, forse è meglio la mia vita non reale. E potrei rispondere anche a Rossana, che sono due anni e mezzo che accetta appuntamenti di uomini mediocri che non le piacciono mai davvero e che lascia, inesorabilmente, dopo qualche mese. Ma lei, a suo dire, si innamora solo dopo tanto tempo. Se non è successo significa che non doveva succedere. 
«Non posso accontentarmi.» 
Mi viene da dire solo questo. Il tono è disincantato ma la frase lascia intendere il battito di una lieve speranza, ancora, malgrado tutto.
«Nessuno ti dice di farlo, ma devi essere più furba.»
Giovanna. Giovanna e le sue chiamate alle undici di sera, disperata. Vuole che le tenga compagnia e poi scoppia a piangere. Carlo non è ancora tornato, sappiamo tutte e due il perché ma non ne parliamo chiaramente mai. Le consiglio sempre di farsi una camomilla e dormire. Lasciarlo non è compatibile con la sua idea di vita reale. È il prezzo da pagare se vuoi portare a termine un progetto sul quale hai investito anni e anni di duro sacrificio: il matrimonio. E dove c’è un matrimonio non c’è amore. E alla camomilla lei preferisce fumarsi un po’ di marijuana. Lo so, ci siamo conosciute così, al liceo. Ma tranne per la marijuana non abbiamo mai avuto nulla in comune.
«Furba.»
Sorrido.
«Sì, furba. Strategica. La seduzione è solo un gioco di strategia.»
CONTATTI: FACEBOOK | TWITTER | BLOG | AMAZON

6.4.15

Post random: blah blah blah & nuova grafica

Buona sera, divoratori c:
Vedete nulla di nuovo? Già, ho cambiato template! Un po' mi dispiace per i Raven Boys perché li adoro e quella grafica era carinissima, ma con l'arrivo della primavera quel grigio mi metteva tristezza. Perciò qualche giorno fa ho deciso di provare a fare qualcosina di semplice e colorato. Inutile dirvi quanto questa grafica qui, semplicissima per com'è, mi ha fatta impazzire, specialmente l'header. L'ho fatto circa quattro volte. A primo impatto mi piaceva, cinque minuti dopo l'odiavo. Alla fine ho deciso di farlo molto semplice dato che il resto del template è un esplosione di colori. Ne ho infatti usati cinque\sei e per lo più abbastanza accesi. Quindi vi capisco se vi bruceranno gli occhi :'D. Ho anche aggiunto i corvi all'intestazione perché mi piacevano troppo e non volevo toglierli! Credo lascerò anche i banner perché se dovessi rifarli li farei più o meno gli stessi e cambierei solo il colore del font..quindi tanto vale lasciarli così. Tanto un colore un più un colore in meno lol. Ho cambiato anche il sistema di rating con delle stelline semplicissime.
Secondo voi è ormai tardi per gli auguri?
Spero davvero che vi piaccia ma, soprattutto, che duri parecchio (ne dubito).

Adesso sto per sputtanarmi. Qualche mese fa mi sono iscritta a EFP. Sinceramente non sono mai stata un'amante delle fanfiction, però mi piace scrivere e inventare storie, così ho pensato che se magari qualcuno mi leggesse e lasciasse un commento, mi sentirei incitata a scrivere.
Probabilmente faranno schifo, ma chi se ne frega?
La prima che ho scritto è ispirata a Teen Wolf, ma che al momento non credo continuerò (forse la cancellerò); l'altra invece è una "storia originale" (come recita il sito), un post-apocalittico sui vampiri. Vi lascio il mio contatto nel caso in cui vi va di leggere le mie cazzate storie e darmi dei consigli. Se volete lasciarmi i vostri fatelo pure, vi leggerò con piacere. Il mio è Melanie Hale c:

Ultimo e non meno importante: siamo quasi a 400 followers *saltella*, nella pagina facebook quasi ai 900 e tra qualche giorno ci sarà il compliblog *w* dunque, se raggiungerò questi obiettivi mi sputtanerà online con un video di ringraziamenti che non farò mai lol.

E per il momento è tutto!

4.4.15

Recensione Insurgent di Veronica Roth

Buon pomeriggio lettori! E' da un paio di giorni che sono combattuta se cambiare o meno la grafica. Non è che questa non mi piaccia, anzi, ci sono molto affezionata, però con l'arrivo della primavera mi piacerebbe dare un po' di colore al blog. Il problema è che non ho moltissime idee e colori come l'arancione o il verde mi stancano subito e_e
Anyway, prima di passare alla recensione del giorno, vi lascio il primo tutorial che io e Nym abbiamo pubblicato su Book Blogger Side Effects. In realtà non è un vero e proprio tutorial, ma da qualcosa dovevamo pur partire. Se avete dei suggerimenti per post successivi, fatecelo sapere in un commento. 

Titolo: INSURGENT
Autore: VERONICA ROTH
Serie: DIVERGENT #2
Pagine: 510
Editore: DE AGOSTINI

Una scelta può cambiare il destino di una persona... o annientarlo del tutto. Ma qualsiasi essa sia, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare tutti quelli che ama e se stessa, e di venire a patti con il dolore per la perdita dei suoi genitori e con l'orrore per quello che è stata costretta a fare. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il proprio ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei... Ora che la guerra tra le fazioni incombe e segreti inconfessabili riemergono dal passato, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, anche se questo potrebbe costarle più di quanto sia pronta a sacrificare.
Ho letto Insurgent un po' controvoglia poiché lessi Divergent circa due anni fa e quello che è rimasto nella mia testa è praticamente..niente (il mio cervello alla parola "Divergent" mi mandava immagini di balle di fieno). Ad ogni modo non potevo non leggere Insurgent per due motivi (a) il film che sarebbe uscito a breve, (b) perché Divergent mi era piaciuto molto (questo me lo ricordo).
Inizialmente la storia non mi ha coinvolto molto appunto perché ricordavo poco del primo volume, però pian piano ho iniziato a leggere con più interesse. La storia raccontata in Insurgent non è di certo all'altezza del suo predecessore, ma ad ogni modo riesce ad incuriosire quel tanto da farti continuare la lettura. Il mio problema principale però sono stati i personaggi. A parte il fatto che di alcuni nemmeno ricordavo l'esistenza (Lynn, Marlene..ma chi sono?), gli altri non mi hanno fatto impazzire per niente. Mentre leggevo mi chiedevo "Davvero in Divergent mi sono piaciuti così tanto?". Ho perfino riletto la recensione che scrissi e a quanto pare erano proprio uno dei pilastri del romanzo. Ricordo che Tris mi era piaciuta tantissimo soprattutto per la sua crescita durante la storia, mentre in Insurgent sembrava andasse sempre peggiorando. L'ho detestata molto, lei e i suoi istinti suicidi. Il suo non è coraggio, è stupidità. Nemmeno Quattro mi ha fatto impazzire e non credo proprio che entrerà mai tra i miei book-boyfriends. Per non parlare della relazione tra Tris e Quattro, una delle più noiose di sempre.
Tornando alla storia, man mano che leggevo la curiosità era molta ma verso gli ultimi capitoli ho fatto molta fatica perché iniziavo ad annoiarmi. Ho dovuto fare uno sforzo enorme per terminarlo. Ed ora passiamo alla parte nì del libro: il finale. Mi è piaciuto? Non mi è piaciuto? Ci credete che ancora non l'ho capito? Il colpo di scena inserito dalla Roth sicuramente ha avuto l'effetto sperato. Sono rimasta scioccata per circa cinque minuti. Da un lato penso che sia una figata pazzesca e non vedo l'ora di vedere come si evolverà la storia, dall'altro mi è sembrato un po' a caso. Probabilmente l'autrice non sapeva più cosa scrivere e ha deciso di terminare così il libro.
Il mio parere è dunque un po' contrastante. Da un lato mi è piaciuto, dall'altro credo che sia lontano anni luce dal primo volume.


DIVERGENT
#2 Insurgent
#3 Allegiant
-Four, raccolta di novelle 

Avete letto Insurgent? Avete già visto il film? Vi ricordo che tra qualche giorno nel gruppo facebook dedicato alla Read Along di Divergent leggeremo Allegiant. Se vi va, unitevi a noi per commentare insieme il libro c:

2.4.15

Quarta tappa Blogtour "La cacciatrice di stelle" di Tania Paxia: Presentazione protagonisti

Buongiorno divoratori. Oggi il mio blog ospiterà la quarta tappa del blogtour dedicato a La cacciatrice di stelle, scritto dall'autrice-blogger Tania Paxia. In questa tappa approfondiremo i personaggi. 
Buona lettura c:


AMUNA FIEND

Amuna è una ragazza di sedici anni, in coma, costretta in uno stato vegetativo da due anni, in seguito a un aneurisma celebrale. Ma una parte di lei, l’altra Amuna – l’entità paranormale, come a lei piace definirsi – ha continuato a vivere, seppure nella sua stanza di ospedale. I contatti con i suoi familiari e i suoi amici più stretti, nonché la musica che suo fratello Dave le fa ascoltare durante gli orari di visita, sono le uniche cose che la fanno sentire ancora viva. Lei adora la musica e fino a poco tempo prima andava a lezioni di hip-hop per inseguire il suo sogno di diventare una ballerina. Il suo percorso, però, si è interrotto, proprio durante uno dei suoi allenamenti quotidiani.
Giorno dopo giorno ha sperato in un risveglio, ma il suo corpo non sembrava reagire. Fino al momento in cui la rassegnazione ha preso il sopravvento su di lei, come anche la delusione di non riuscire più a tornare alla sua vita normale.
L’origine del nome: il nome Amuna ha origini Navajo, perché “Muna” nel linguaggio di quel popolo nativo americano può tradursi come “primavera traboccante”. Una parte della sua famiglia, appartiene a quel popolo, soltanto che non ne ha ereditato i tratti caratteristici, poiché ha gli occhi azzurri, i capelli biondi come suo padre.  

Nessuno poteva più sentirmi in quelle condizioni. Ero una proiezione di me stessa. Ero invisibile agli altri, anche se io potevo vedermi persino riflessa nello specchio del bagno privato all’interno della stanza: avevo i capelli fluenti e amorfi che andavano sempre per conto loro, di un biondo cenere, come quelli di Dave e papà. L’aspetto non era quello di una quasi diciassettenne. Sembravo più una quindicenne malaticcia, malnutrita e con difficoltà nel crescere, con la carnagione più chiara del riflesso della Luna, ereditata da mio padre, e gli occhi di un blu cristallino, anche quelli del tutto simili a quelli di papà, ma più tristi. Erano i più tristi del mondo.
Sì, lo so. Non avevo un gran bell’aspetto. Ma che volete farci. Ero quasi morta.
Indossavo i vestiti che avevo messo il giorno in cui successe il dramma: un paio di jeans larghi, stile boyfriend, e una canotta a righe con il dorso a vogatore lavorato in macramè. L’unica cosa che si salvava, forse, erano le mie labbra, rosse e carnose come quelle di mia madre. Un’altra cosa positiva era che non avevo più bisogno di quegli stupidissimi occhiali da miope – o da talpa, come li chiamava Rebecca, meglio conosciuta come Becky, la mia sorellina di otto anni – che erano poggiati ormai da quasi due anni sul comodino, in attesa del mio risveglio.

JEREMIAH MARTINS
Jeremiah ha ventidue anni, anche se il suo corpo non è cambiato affatto da quando ne aveva diciotto, per il semplice motivo di essere nella medesima situazione di Amuna.

I suoi occhi sono celesti, come il cielo, e splendenti come diamanti. A parte l’aspetto fisico, il suo atteggiamento baldanzoso, ma dal cuore tenero, è quello che lo caratterizza maggiormente. È spiritoso e ha continui battibecchi con Amuna, già dal loro primo incontro, quando le compare davanti nella sua stanza di ospedale, in un fascio di luce stellare.
Jeremiah, infatti, ha i poteri di Stella Cadente, grazie al collegamento che lui ha con la stella Blendende, appartenente alla costellazione di Yamuna (composta da sette stelle). Notate l’assonanza dei nomi Yamuna-Amuna. Infatti, Jeremiah, non sente la voce di Amuna per caso, ma per un motivo ben preciso, che ha a che fare con la Leggenda della Dea della Luce (Yamuna) che ha illuminato quella costellazione.




Di fronte a me c’era un ragazzo dall’età difficile da stabilire – forse tra i diciotto e i venti – alto una ventina di centimetri più di me. Non era altissimo, il problema era che ero io ad essere uno scricciolo, quindi era anche troppo alto per i miei gusti. Era incredibile quanto il suo sorriso fosse bello. Un po’ derisorio, ma affascinante. Sì. Senz’altro il più bello che io avessi mai visto. Gli occhi, poi. Uno spettacolo. Azzurri e vivaci. I capelli, di una tonalità biondo scuro, leggermente ondulati, erano tagliati un po’ più corti ai lati, mentre sulla fronte, spaziosa, gli ricadevano in un ciuffo ribelle. Era vestito con una semplice maglia, che lasciava intravedere i muscoli del petto poco accentuati, quasi assenti – ma Dio aveva degli occhi! E le labbra? Vogliamo parlare delle labbra? Carnose e delineate alla perfezione – e i jeans chiari. Aveva la barba un po’ trasandata, di qualche giorno supposi.
“Era tanto difficile?” incrociò le braccia al petto. “Che hai da guardare?” mi sorprese a guardarlo con lo sguardo inebetito.“Eh?” scrollai la testa, nel tentativo di riprendermi.“Era-tanto-difficile?” questa volta scandì bene le parole e alzò il tono di voce. L’accento non era americano. Avevo ragione. “Di’ un po’. Sei sorda, per caso?” sorrise divertito.“No”. Bofonchiai.“Allora sei lenta a comprendere. Era una domanda talmente facile”.
Simpatico. Nel giro di un nanosecondo, il fatto che avesse un viso grazioso slittò in secondo piano.

CALENDARIO TAPPE

1° TAPPA 19-03-15 Libri D'Incanto (Presentazione del libro, cover e trama)
2° TAPPA 23-03-15 Capriole di Inchiostro (Incipit del romanzo e ambientazione)
3° TAPPA 28-03-15 Pagine Magiche (Recensione in anteprima)
4° TAPPA 02-04-15 Divoratori di libri (Presentazione personaggi principali)
5° TAPPA 07-04-15 Mille e un libro (Estratto in anteprima e giveaway)
6° TAPPA 13-04-15 Nicholas ed Evelyn e il diamante guardiano (Conclusione ed estrazione vincitore del giveaway)

Vi è piaciuta questa tappa? Non perdetevi la prossima sul blog Mille e un libro ^_^