6.8.15

Recensione antologia Destini incrociati

Buona sera lettori! :)
Dopo un paio di giorni (quasi una settimana a dir la verità) mi rifaccio viva! No, non sono in vacanza alle Hawaii (magari..), sono soltanto presa dalla pigrizia più del solito e dal calor e_e per questo motivo credo che non aggiornerò il blog con costanza (oh, aspettate..ma già non lo facevo) e che pubblicherò soltanto le richieste e varie iniziative già stabilite (sempre che non lo scorda..).
Bando alle ciance, oggi vi lascio la recensione di Destini incrociati! Buona lettura :3

Titolo: Destini incrociati
Autori: a.a.v.v.
Pagine: 266
Anno: 2015
Prezzo: € 2,68 ebook, € 12,00 cartaceo
COMPRALO QUI 

Tredici racconti originali ed emozionanti, ciascuno con la sua particolarità e il suo fascino, riuniti in una unica raccolta, che esplora il lato fantasioso, romantico, misterioso, passionale, ironico e paranormale di promettenti autori italiani, vincitori alla prima edizione del concorso letterario Emozioni in Tazza. 
Lasciatevi conquistare dalle loro storie e godetevi il meglio dei generi fantasy, romance, fantascienza, urban e paranormal in un sola variegata antologia. Un bellissimo e pericoloso demone del vento. Un vaso di Pandora da richiudere. Una volpe dal pelo argenteo che assume forma umana. Un amore mitologico che trascende il tempo. Un ragazzo che finisce nell’Aldilà. Un alieno e il suo improbabile alleato. Un sordomuto segretamente innamorato di una ballerina. Una ragazza malata che parla con uno spirito. Una passione tra una barista e un cliente dal mestiere insolito. Una cacciatrice di creature demoniache. Un abito magico, un drago e una principessa da salvare. Una travagliata storia d’amore tra un capitano e una nobildonna. Una leggenda che diventa realtà.

RECENSIONE 
Destini incrociati è l'antologia a cura de Le tazzine di Yoko. Questa raccolta comprende racconti di vario genere, dal romance al fantasy, dallo storico alla fantascienza ed è proprio questo che la rende particolare - oltre alle bellissime illustrazioni che decorano il titolo di ogni storia. Ciò che accomuna ogni racconto è il destino dei personaggi che, in un modo o nell'altro, si intreccia.

Nel primo racconto, Gli occhi del demone di Angelica Elisa Moranelli, il destino di una cacciatrice si incrocia con quello di un demone del vento, una creatura misteriosa ed affascinante che seppur diversa all'apparenza, nel profondo è più simile all'umana di quanto si ci aspetta. Due cuori solitudini che si trovano, si completano. Nulla di nuovo da questo punto di vista, ma la storia coinvolge tantissimo e i personaggi intrigano molto.

Simona Niccolini con il suo racconto fantasy rivisita in chiave moderna uno degli amori mitologici più appassionanti, quello di  Ade e Persefone. Ho un debole per la mitologia greca e questo racconto è molto carino, anche se ammetto che mi sarebbe piaciuto vedere i protagonisti interagire di più prima che scoprissero il loro destino. Ad ogni modo bella l'idea di base!

La ballata del cacciatore di Alain Voudì, uno dei miei racconti preferiti dell'intera antologia e il più difficile da commentare perché non so davvero cosa dire. E' un racconto fantasy, quasi fiabesco, che sottolinea come anche la cosa che ai nostri occhi appare insignificante nel suo piccolo può avere un valore inestimabile. Un racconto ben costruito e intrigante che ti tiene incollata alle pagine.

Amarsi un po' di Lucia Potacqui  è un racconto romance\new adult molto carino dove il destino di una barista si incrocia con quello di un uomo misterioso (per non rovinarvi la sorpresa). Il loro rapporto a mio parere si svolge troppo in fretta, ma nell'insieme funziona.

Demone di primo livello di Alessandro Renna è un racconto paranormal ambientato in un inferno dantesco, il tutto condito con un pizzico di ironia. Ci sarà uno strano vecchietto che accompagnerà il protagonista, vecchietto che ho pensato fosse Virgilio e invece...non ve lo dico! Davvero caruccio!

Eredità celata di Elena Bertani è un racconto che non affronta nulla di nuovo - e che un po' mi ha ricordato altre saghe - ma che è molto coinvolgente e con dei personaggi che ho trovato davvero interessanti. Mi è sembrato un ottimo inizio di una saga..chissà che intenzioni ha l'autrice! :)

Simona Busto invece ha usato una figura mitologica giapponese per il suo racconto. Kitsune è una storia molto carina e tenera, ma ad essere sincera mi aspettavo un pochino di più. Sarà perché sono una fan di Teen Wolf e mi aspettavo qualcosa in quello stile? Ad ogni modo non mi è dispiaciuto e ho apprezzato anche questa versione.

Molto bello anche Il profumo e la neve di Laura Buffa. Ammetto che all'inizio la storia mi sembrava un po' scontata, ma più leggevo, più capivo che le mie ipotesi erano sbagliate. La storia, seppur narrata in poche pagine, è emozionante (mi stava scappando una lacrimuccia..e ce ne vuole per farmi commuovere xD) e affronta temi delicati come quello della malattia, della morte, temi che solitamente mi rattristano, ma che in questo caso mi hanno lasciato un sentimento dolceamaro.

Il valzer del capitano di Serena J. Bertoli ci riporta indietro nel tempo, tra feste, abiti sontuosi e amori proibiti. Neanche qui abbiamo chissà che storia originale, ma il tutto funziona e Serena ci propone una storia coinvolgente e molto romantica.

Altro racconto delicato e dolce è La voce del cuore di Manuela Chiarottino, dove il destino di una ballerina si incrocia con quello di un ragazzo muto. Una storia d'amore fatta di piccoli gesti e sguardi.

Quel segno venuto dallo spazio di Francesca Di Silvio è un racconto fantascientifico. Ammetto che è quello che mi ha convinta di meno, non tanto per la storia, ma per il protagonista. Per tutta il racconto non capivo la sua natura e questo mi ha spaesata. Nonostante non sia riuscita ad apprezzare molto la storia, ho invece apprezzato il messaggio dell'autrice. Spesso ciò che è diverso non per forza è cattivo. A volte è proprio colui che punta il dito ad esserlo.

Sadie di Mattia Santato è un racconto post-apocalittico che riprende il mito del vaso di Pandora. E' molto carino e mi sarebbe piaciuto leggerne di più. Questo racconto ha delle ottime basi per una storia davvero interessante e quelle pagine mi sono sembrate poche per una storia del genere. Non male comunque! :)

 Le tessitrici di Alessandra Leonardi, racconto bonus dell'antologia, è un altro dei miei preferiti. Personalmente adoro tutto quello ambientato in un periodo simile al medioevo con streghe, principesse in pericolo e draghi, il tutto condito con un pizzico di magia. Un racconto molto coinvolgente ed intrigante!

E ADESSO GLI EXTRA!

Chiara Ghio non poteva non scrivere un racconto sulla figura della strega. Adoro tutto quello che riguarda le streghe, soprattutto se parliamo di streghe oscure come quelle di Dark Heart. Mi è piaciuto molto ed ho trovato i personaggi molto interessanti - soprattutto Alastor -. Non vedo l'ora di approfondirne la conoscenza.

La Morte non è così male di Yoko G.M, altro racconto preferito. Nella sua storia il destino di un angelo salvatore si incontra con quello di un mietitore e, anche se non sembra nulla di nuovo il fatto che due personaggi opposti come la luce e il buio si incontrino, Yoko è riuscita a sviluppare la storia in maniera molto originale. Ho adorato tantissimo questo racconto e mi sono presa anche una piccola cotta per il personaggio maschile (Yoko, scrivimi il seguito v.v).

Valeria Bellenda in Verso di te invece ci racconta del destino crudele di due sorelle legate da una maledizione. Un racconto molto originale con un finale per nulla scontato. Carinissimo!

In conclusione credo che questa sia un'ottima antologia: ci sono racconti per tutti i gusti e l'edizione è ben curata. Consigliata soprattutto a coloro che con questo caldo non hanno voglia di iniziare un libro impegnativo, ma vogliono qualcosa di leggero e appassionante! :)

Allora, cosa ne pensate? Vi incuriosisce? Fatemi sapere i vostri pareri :D

27 commenti:

  1. Mi incuriosisce tantissimo *^* mi sa che me lo segno ;)
    E poi se tu lo consigli per sopravvivere a questo caldo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura piacerà molto anche a te :) con questo caldo (e con questa pigrizia) credo che le antologia sono perfette :P

      Elimina
  2. Sembrano tutti interessanti! *____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lo sono *_* sono sicura che ti piacerà <3

      Elimina
  3. Non ho mai letto un'antologia di racconti.. mi incuriosisce parecchio la cosa! Me lo segno subito *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' anche una delle prime che io leggo ^_^ sono sicura ti piacerà!

      Elimina
  4. Giù, di solito non mi piacciono le antologie ma questa mi incuriosisce un casino *-*
    Sembrano tutte storie affascinanti perciò lo aggiungo in lista :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece incuriosiscono, solo che di solito non ne leggo (questa credo sia la prima volta!) perché ho un po' paura che i racconti non mi soddisfino..ma questa mi incuriosiva davvero molto!

      Elimina
  5. Aspettavo questa tua recensione! Io amo le antologie di racconti, sono sempre utili nei momenti di ho-voglia-di-leggere-ma-non-così-tanto XD Me la segno da prendere, anche perchè i generi dei racconti sono più o meno quelli che adoro leggere, perciò non posso lasciarmelo sfuggire :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto xD perfetta per quel periodo che vuoi-leggere-ma-non-vuoi-leggere, perché leggi un racconto e se poi ti scoccia poi leggerne un altro a distanza di giorni, senza perdere il filo del discorso!

      Elimina
  6. Ciao Giusy!^_^..tranquilla!!!!!!!anch'io ultimamente tra i lcaldo e la pigrizia non ho volgia di fare niente e spesso stare al pc è una fatica..eh..eh....bella questa antologia!Mi ispira molto!Un bacione!!!!!!!!!!!<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seleny :)
      Ah, io sono una pigrona cronica..mettici pure il caldo, e sono a posto!
      Sono sicura che l'antologia ti piacerà :D

      Elimina
  7. *-* Giusy hai dedicato splendide parole alla nostra piccola antologia, che onore e soddisfazione, grazie di tutto... a te e tutte voi che "ve lo siete segnato" :3 _yoko

    RispondiElimina
  8. Grazie per la bellissima recensione e per aver dato spazio a tutti i racconti!

    RispondiElimina
  9. Ciao Giusy :) Stavo giusto cercando un'antologia, fa parte degli obiettivi della challenge a cui partecipo ma non conoscevo niente di questo genere e non sapevo da dove cominciare, questa raccolta mi ispira molto, la leggerò il prima possibile *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la Summer reading challenge? ahahah all'inizio questa richiesta aveva messo in crisi anche me, ma avevo previsto di leggere Le cronache di Magnus Bane (che mi aspetta sulla scrivania da un anno minimo!) e senza volerlo mi sono ritrovata con un obiettivo completato :P

      Elimina
  10. Spero di riuscire a comprarlo presto :) Bellissima recensione :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie <3 Sono sicura che ti piacerà :)

      Elimina
  11. Scaricato e letto. Non posso che applaudire all'ottimo lavoro di impaginazione e di selezione. I miei preferiti sono gli extra, di un livello migliore, anche se tutti i racconti sono scritti bene. Mi sono piaciuti tutti per ragioni diverse, ad eccezione della "ballata del cacciatore" troppo, davvero troppo simile per temi, personaggi, svolgimento e finale a "La ballata del vecchio marinaio" di S.T. Coleridge. Già visto, già letto. Nonostante questo è una bell'antologia. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Per essere la loro prima antologia è molto curata, più di un libro uscito con una grande casa editrice - che spesso è pieno di refusi. La ballata del cacciatore come vedi è uno dei racconti che più mi è piaciuto! Quella di Coleridge non la conosco, però andrò a dare un'occhiata perché adesso mi hai messo curiosità!

      Elimina
  12. leggi After, ti prego

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio lasciar perdere, non è esattamente il mio genere xD

      Elimina
    2. le ff non sono per niente il mio genere anzi le trovo patetiche lol. Ma after non parla per niente degli 1D se è per questo che non lo vuoi leggere, altrimenti non lo avrei letto neanche io. In effetti la trama è un po scontata e praticamente identica a uno splendido disastro ( e so che non ti è piaciuto ^o^) ma magari ti fai un idea diversa, è un consiglio ovviamente! un bacio

      Elimina
    3. No, non c'entrano nulla gli one direction (anzi, quando mi capita ascolto la loro musica), ma è proprio il genere che non mi piace. Probabilmente mi irriterebbe per tre quarti di libro. Sempre se ovviamente riuscirei a finirlo. Per il momento non ho assolutamente intenzione di leggerlo, più avanti so vedrà :)

      Elimina
  13. Complimenti per la recensione! :) Di solito le raccolte di racconti non mi fanno impazzire, ma tu mi hai incuriosita! :)

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.