23.2.15

Italian Corner #1 Jolanda Buccella

Buon pomeriggio lettori! Oggi giornata abbastanza piovosa. Come passarla se non con libri e serie tv e cibo? :D Anyway, oggi come primo appuntamento con la rubrica dedicata agli autori italiani, vi presento l'autrice Jolanda Buccella e il suo romanzo L'erba cattiva, pubblicato su Amazon a Gennaio. Il libro è disponibile al costo di 1,34€ e conta 439 pagine.
Info qui
L'autrice: Jolanda Buccella.
Jolanda Buccella nasce a Oliveto Citra (SA) il 28 giugno del 1980,  attualmente vive a Milano e si divide tra un nuovo lavoro molto stimolante, la creazione di un brand di magliette ispirate a un delizioso bulldog francese di nome Achille e la scrittura che è una delle innumerevoli passioni che le danno la forza per affrontare la vita di ogni giorno. Prima di iniziare a scrivere ha letto tanto e continua a farlo in maniera compulsiva, nella vita si ispira a due donne straordinarie la sua mamma e Oriana Fallaci, è una ragazza timida e riservata ma anche molto determinata e ambiziosa.

Il suo libro: L'erba cattiva.
L’Erba Cattiva, un romanzo che con tatto e delicatezza cerca di affrontare lo spinoso tema del bullismo adolescenziale.

INCIPIT
Stamattina gli occhi di Angelica non vogliono proprio saperne di aprirsi, sembrano appiccicati da una colla speciale, tutta colpa delle lacrime di questa notte. L’oscurità nella camera è totale, quel sottile filo di luce che penetra attraverso la fessura della porta è accecante come un lampo quando arriva nel bel mezzo di un violento temporale notturno a squarciare le tenebre. Ha ancora le cuffiette dell’ipod nelle orecchie, è crollata ascoltando Alessandra Amoroso che cantava: “Assomiglio a te che fuori sembro forte e all'improvviso crollo e sono tutto oppure sono niente…”. È di nuovo giorno, la mamma ha spalancato tutte le tapparelle e ha appena finito di svuotare l’asciugatrice. Si muove con passo veloce, è già un vulcano di energie nonostante l’alba sia trascorsa da poco meno di mezz’ora.
Di cosa parla L'erba cattiva? Ce lo spiega Jolanda!
Che cosa succede quando all’improvviso sei costretta stravolgere completamente la tua vita, a cambiare città, scuola, casa, abbandonare gli amici e gli affetti di una vita per trasferirti in una città grande e caotica come Milano? Succede che hai la sensazione che tutto il tuo mondo sicuro si sia sbriciolato in un secondo, non hai più certezze a cui aggrapparti, soprattutto se hai soltanto quindici anni e un’anima particolarmente fragile. Angelica, non sopporta i cambiamenti, la destabilizzano, ed è proprio in questa fase così precaria della sua esistenza che incontra Jennifer e le ragazze de l’Erba Cattiva che la odieranno a morte sin dalla prima volta che farà il suo ingresso nel prestigioso liceo classico Beccaria. 

Perché leggere L'erba cattiva? A chi è rivolto?
L’Erba Cattiva è un romanzo che parla della vita e delle sue mille sfumature, ci sono i dubbi, le paure e le incertezze legate all’adolescenza ma anche gli amori, i tradimenti, le crisi di mezza età che fanno parte di un mondo più adulto. È un romanzo dedicato ai ragazzi dai 13 ai 20 anni ma credo che possa essere adatto anche a un pubblico più adulto per avere la possibilità di scoprire alcuni aspetti del mondo giovanile che spesso appaiono incomprensibili.
L’amore ha un punto di non ritorno, un punto che una volta oltrepassato non ci consente più di tornare indietro, puoi lottare quanto vuoi, persino far finta di averlo dimenticato, scrivere una stupida lettera di scuse per un cuore infranto e buttarti con fiducia tra le braccia di una storia che non ha niente a che vedere con i sentimenti. Una di quelle storielle banali che può capitare a diciassette anni semplicemente per risollevarti un po’ il morale, di quelle che non te ne frega niente di chi hai al tuo fianco e conta solo ciò che vuoi tu: svagarti un po’ e viverti un momento di leggerezza che in fondo meriti dopo aver superato un anno in cui hai perso tutto, tuo padre e la sua guida sicura e Angelica la speranza di una vita graziata dalla parola solitudine. Puoi lottare quanto vuoi contro un amore ferito, tentare di convincerlo ad arrendersi e alzare bandiera bianca ma è tutto inutile, alla fine nonostante le sue ferite colino sangue ha sempre la forza di riprendersi e anche se poi alla fine decide che non ha più senso essere masochista e si arrende lascia sempre qualche traccia indelebile di sé. Torna a martellarti la mente quando vuole, mettendoti continuamente sotto gli occhi l’immagine di lei che è irraggiungibile come se fosse una creatura di un altro pianeta…
CONTATTI: FACEBOOK | TWITTER | AMAZON

 Spero davvero che Joland e il suo romanzo vi abbiano incuriositi quanto hanno incuriosito me! Fatemi sapere cosa ne pensate ^^

10 commenti:

  1. Mi da l'idea di essere una storia molto intensa!
    Molto carina questa nuova rubrica.. mi piace come l'hai impostata :)

    RispondiElimina
  2. Bella questa storia Giu non conoscevo nè libro nè autrice ..interessante...molto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere averti incuriosita :)

      Elimina
  3. Bella rubrica, ottima idea Giusy! *^* ci vuole un po' di spazio per i nostri autori!
    Ps: mi ero persa il cambio di grafica! Brava mi piaceeee *-*

    RispondiElimina
  4. Giu, mi piace come hai impostato questa rubrica. Anch'io volevo fare una cosa simile anche perché è un sistema più veloce e interessante ^-*
    Per quanto riguarda il libro mi piace un casino la trama! Lo metto in lista senza pensarci un secondo di più.

    RispondiElimina
  5. Mi accodo, mi piace molto questa rubrica, brava! ^^ Il romanzo un pò meno, ma se lo leggerai fammi sapere, potrei sempre cambiare idea :D

    RispondiElimina
  6. Ciao bella!ma ma non avo ancora visto la nuova grafica!*___________*..bellissimaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!......il libro sembra molto interessante!mi piace questa rubrica!^_^
    Un bacione...

    RispondiElimina
  7. Ciao Giusy <3
    sembra una storia bellissima,molto molto intensa!
    Interessante come rubrica :)

    RispondiElimina
  8. Salve, sto cercando di acquistare il libro ma senza riuscire a trovarne una copia, qualcuno può aiutarmi?
    Grazie
    Giovanni

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.