5 novembre 2013

*Shadowhunters - città di cenere * Recensione.

Ciao divoratori! Ieri vi avevo scritto che ero quasi al termine di SH - città di cenere e che probabilmente avrei saltato la rubrica Share per la recensione! Sono stata di parola :)
Io consiglierei a coloro che non hanno ancora letto città di ossa, di evitare di leggere il post. Anche solo la trama è già uno spoiler di tutto il primo volume, perciò, se vi piace la sorpresa, vi consiglierei di evitare!

Titolo: Shadowhunters. Città di cenere.
Autore: Cassandra Clare
Serie: The Mortal Instruments #3
Anno: 2010
Prezzo: 10,00€
Editore: Mondadori

TRAMA
Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c'è niente di normale nella sua vita se può vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se sua madre è in un coma magicamente indotto e lei scopre di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l'unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary.

Clary pensava di essere una ragazza comune, fino a quando non incontra gli Shadowhunters, i cacciatori di demoni mezzi umani, mezzi angeli. Da lì scopre un mondo che non pensava potesse esistere: demoni, vampiri, lupi mannari..ma la cosa più assurda è che lei stessa fa parte di questo mondo. Infatti Clary è una Shadowhunters, come la madre, mentre il padre è Valentine, un cacciatore pronto a far scoppiare una guerra pur di avere la gloria. Come se non bastasse, scopre che Jace, il ragazzo di cui è innamorata, è suo fratello.
Sicuramente questo capitolo mi è piaciuto più del primo. Innanzitutto per i personaggi. Beh, in realtà alcuni li ho amati, altri meno..
Clary. Se in città di ossa l'adoravo, in città di cenere l'ho completamente odiata e trovata un pochettino inutile. Non ha fatto granché durante la storia. E' stato come se la Clare l'avesse messa da parte per dare spazio ad altri personaggi. Inutile negarlo: il suo comportamento nei confronti di Simon e Jace l'ho trovato irritante. Sa abbastanza bene ciò che vuole, ma visto che non può averlo, si accontenta di quel povero ragazzo.
Magnus Bane nel primo capitolo è apparso poco e niente, ma in questo ha maggiore importanza (non vi dico perché, anche se alcune immagineranno ^^). Io l'ho praticamente adorato. Anzi, per il momento credo che sia il mio personaggio preferito! 
Con i suoi abiti tutti scintillanti e con le sue battutine sempre pronte mi ha fatto fare qualche risata!  Ho adorato Alec, che sembra finalmente sciogliersi con Clary. In questo libro vengono inseriti personaggi nuovi, tra cui il lupo mannaro Maia e l'inquisitrice (che mi sa un po' di Umbridge di HP) e vediamo in scena i Lightwood, nel capitolo prima solo citati.
Un personaggi che a mio parere resta ancora enigmatico è Valentine. Non riesco a capire da che parte stia. Durante il libro mi sono fatta alcune domande. Ma Valentine, è davvero cattivo? Ho dei seri dubbi, perché ad essere onesta, il Conclave non mi convince molto. Ma la cosa che mi ha sconvolto è: può essere un uomo così disumano? E' possibile che non provi nessun sentimento verso i figli?
Questo è tutto da scoprire!
Per quanto riguarda lo sviluppo della storia, non mi  convince molto.
Non succede nulla per tutto il capitolo, alla fine *boom* accade il finimondo e infine la storia si conclude più o meno bene. Questo è quello che ho pensato all'inizio del libro, questo è quello che successo quando ho letto l'ultima pagina. Penso che da questo punto di vista la Clare sia piuttosto prevedibile, anche se in città di cenere ci lascia un po' di più con il fiato sospeso nel finale. Credo che proprio per questo mi sia piaciuto più di città di ossa, perché quando ho finito ho gridato "NOOO, DEVO LEGGERE ASSOLUTAMENTE CITTA' DI VETRO", nel senso che lo voglio leggere adesso, in questo istante. Mentre il primo si, mi è piaciuto, ma non ho avuto nessuna fretta di continuare la saga e non a caso l'ho letto dopo mesi.


In conclusione, devo ammettere che lo stile di Cassandra Clare è davvero qualcosa di piacevole, che ti cattura e catapulta nel mondo degli Shadowhunters e ti fa vivere un'avventura favolosa, ma soprattutto di fa ridere, ridere molto. Durante la lettura ho anche avuto le lacrime dal tanto ridere e, quando un libro mi fa ridere, vuol dire che mi ha già conquistato.
Giudizio finale: 4,5\5 stelline.
“Non ho mai sentito di appartenere a nessun posto. Ma tu mi fai sentire come se ci fosse un posto per me”
“L’aveva baciata con un tale slancio che aveva temuto che uno dei due o entrambi potessero andare in frantumi. L’aveva stretta come se volesse annientarla in sè stesso, come se potessero fondersi in un’unica persona.”

10 commenti:

  1. Lo sto leggendo ora quindi non leggo a fondo iltuo post per non avere spoiler...non ho visto nemmeno il film...appena lo finisco se mi ricordo passo e ti dico cosa ne penso.Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene ^^ allora aspetto la tua opinione, magari possiamo anche confrontarci su ciò che c' è piaciuto di più e su quello che c'è piaciuto di meno :)

      Elimina
  2. Io non ho ancora letto nulla di questa saga, sono molto indecisa al riguardo, nonostante io ne senta solo parlare bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ti posso dire? Se ti piace il fantasy, amerai questa saga!

      Elimina
  3. io sto ancora terminando questo secondo capitolo della saga..quindi non mi voglio spolierare nulla...eh..eh..>_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^^ Seleny allora quando lo finisci fammi sapere cosa ne pensi :D

      Elimina
  4. Ma che bella la nuova grafica! Non l'avevo ancora vista perchè normalmente leggo i post dal cellulare...Comunque, anche io ho avuto la netta sensazione che l'Inquisitrice fosse spaventosamente simile alla Umbridge! Me l'ha ricordata tantissimo! E sono d'accordo con te che in questo capitolo Clary sia messa in secondo piano e che la sua presenza nella storia sia abbastanza inutile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però è stato positivo, no? Essendo in secondo piano, altri protagonisti hanno avuto maggiore spazio!
      Credo che per questo mi è piaciuto di più del primo :)

      Elimina
  5. La Clare è davvero un genio *__*
    bellissima recensione!! Aspetto le altre!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già *_* mi ha fatto fare le meglio risate!
      Spero di riuscire a leggere presto il seguito *_*

      Elimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.