28.2.17

Cover Reveal "Senza fare rumore" di Rosa Campanile

17.2.17

Special #19 lista dei libri preferiti dai lettori

Buon pomeriggio lettori!
Qualche mese fa vi ho chiesto sia su facebook che sul blog di suggerirmi il vostro libro preferito per farne una lista da leggere nei prossimi mesi (o anni, dato il numero). Finalmente sono riuscita a riportare tutti i titoli in questo post e posso mostrarveli!

LISTA DEI LIBRI PREFERITI DAI LETTORI
1. La tristezza ha il sonno leggero, Lorenzo Marone
consigliato da Elia Un'ora di sole blog
2. Io e Mabel ovvero l'arte della Falconeria, Helen MacDonald
consigliato da Martina C. 
3. Il tuo meraviglioso silenzio, Katja Millay 
consigliato da Pamy
4. La collina dei conigli, Richard Adams
consigliato da Lumi

5. Il prezzo dell'amore, R.K. Lilley
consigliato da Rosa C.
6. Il Signore Degli Anelli (La compagnia dell'anello, Le due torri, Il ritorno del re), Tolkien
consigliato da Saji Connor e Monica B.
La compagnia dell'anello l'ho già letto qualche annetto fa, ma mi mancano gli altri due volumi che comunque avevo intenzione di recuperare **
7. I Miserabili, Victor Hugo
consigliato da Katerina
8. Nessun luogo è lontano, Richard Bach
consigliato da Leryn

9. Il miglio verde di Stephen King
consigliato da Arya M.
10. Proibito di Tabitha Suzuma
consigliato da Chiara
11. Il vangelo secondo Biff
consigliato da Alexis Kami e Alenixedda
12.  Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven
consigliato da Anna Scotto (e anche Pamy, poiché era la sua seconda scelta dopo Il tuo meraviglioso silenzio)

13. Il cavaliere d'inverno, Paullina Simons
consigliato da Violet
14. Un albero cresce a Brooklyn
consigliato da Luisa
15.  Margherita Dolcevita di Stefano Benni
consigliato da Efelanti Rosa
16. Illuminae di Amie Kaufman e Jay Kristoff
consigliato da Chiara Ropolo



17. Le vergini suicide di Jeffrey Eugenides
consigliato da Mjchela Reader
18. Memorie di una geisha di Arthur Golden
consigliato da Grazia Spaccia Libri
19. Red Rising, Pierce Brown
consigliato da Autumn
20. Lolita, Nabokov
consigliato da Francesca

21. Il porto proibito di Teresa Radice e Stefano Turconi
consigliato da Pistacchi di carta
22. La verità sul caso Harry Quebert di Joël Dicker
consigliato da Sonia - Il salotto del Gatto Libraio
23. Il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas
consigliato da Tania Paxia & Violet Flower
24. The Hunt di Andrew Fukuda
consigliato da Dolci&Parole (Roberta)

25. Il Dardo e la Rosa
consigliato da GaiaLps
26. American Gods
consigliato da Enid
27. Ti darò il sole, J. Nelson
consigliato da Claudia F.
28. L'ombra della maledizione
consigliato da Giuseppe R.
29. The Sky is everywhere
consigliato da Hutchers
30. Il nome del vento di Patrick Rothfuss
consigliato da Siannalyn
31. Jane Eyre, Charlotte Bronte
consigliato da Irene S.
32. I pilastri della terra, Ken Follet
consigliato da Eva E.

Sono proprio contenta di questa lista perché è molto varia. Ci sono libri che conoscevo e volevo leggere, libri di cui avevo sentito parlare ma troppo legata alla mia comfort zone per leggerli, classici che mi ispirano parecchio, libri che possiedo! Non vedo l'ora di leggerli tutti.
Ho dovuto escludere alcuni libri (come Il lato positivo e L'ombra del vento) perché già letti.
Ad ogni modo credo che partirò proprio da quelli che possiedo (Il signore degli anelli, Memorie di una geisha, Il cavaliere d'inverno e The Hunt tanto per citarne qualcuno), mentre per il resto credo che mi affiderò al sito random.org XD

Quali avete letto? A quali libri dovrei dare la precedenza? 

16.2.17

Recensione "L'arte ingannevole del gufo" di Ella West

L'arte ingannevole del gufo al momento è l'unico libro terminato questo mese. Onestamente non so bene cosa ne penso. L'unica parola che mi viene in mente ogni volta è "BOH".

L'arte ingannevole del gufo, Ella West
160 pagine, Giunti
amazon 
Tutte le sere, dopo il tramonto, Viola si addentra nel bosco dietro casa. La grave malattia di cui soffre le impedisce di esporsi anche al minimo raggio di sole. Così, quando i suoi compagni sono impegnati con la scuola, lei dorme o sta in casa a suonare, e quando loro vanno a dormire, lei passeggia libera tra gli alberi del suo bosco, in compagnia del buio e di tutti gli animali che lo popolano. Una sera, però, sul sentiero sterrato da cui non passa anima viva, scorge un’auto: un ragazzo tira fuori un corpo pesante dal bagagliaio e lo trascina sul sedile di guida, prima di dare fuoco alla macchina. Poi seppellisce qualcosa nel terreno vicino. Sei alberi dal ciglio della strada: per Viola è facilissimo ritrovare il punto in cui quel tizio ha scavato la buca… e dare inizio alla sua personale, pericolosa indagine. Che cosa ci fanno tanti soldi sepolti nel bosco? E quel ragazzo è forse un assassino? Tornerà a cercarla?
Credo che questo libro avesse un ottimo potenziale che purtroppo non è stato sfruttato a dovere.
La protagonista, Viola, ha una malattia rara e questa lo rende un personaggio particolare, originale. Purtroppo però mi è stata sulle balle. Lo so, è brutto da dire, ma non riesco a trovare un momento in cui mi sia stata simpatica. In realtà è anche colpa dell'autrice che scegliendo la narrazione in prima persona non ha fatto un'ottima scelta. Il motivo principale sono le varie digressioni durante la narrazione. Vi immaginate una che assiste ad un omicidio e nel frattempo ti spiega come si tosano le pecore? No, seriamente, Viola, mentre sta succedendo qualcosa di importante, parla del più e del meno e tu ad un certo punto sei lì completamente rincoglionita perché hai perso il filo del discorso. Tra l'altro spesso parla di cose futili per lo svolgimento della trama, come appunto la tosatura delle pecore di cui non ce ne frega un cazz. Ok, vuoi parlarne? Ma fallo brevemente, non per un intero capitolo. Purtroppo ci rifila cose inutili che già sappiamo più volte durante la lettura e diventa davvero esasperante ( es. il metodo di Mendel, che palle vuol dire testicoli, che una pecora per restare incinta deve fare sesso, giuro, tutto questo viene spiegato nel libro.. mancava solo che ci raccontasse la storiella dell'ape e del fiore).

Ciò che però mi sono chiesta più volte è: perché diamine l'autrice ha voluto scrivere un mystery?
Di 'misterioso' c'è poco e niente e tra l'altro all'omicidio vengono dedicati si e no quattro capitoli contati, mentre il resto gira tutto intorno a Viola e la sua malattia. E allora perché non scriveva un contemporaneo\romance alla 'Colpa delle stelle'? Perché tutto quello che riguarda la sua malattia, il fatto di non poter camminare alla luce del sole, di non poter fare certe attività, ecc. secondo me è davvero interessante e allora sì che poteva essere un buon libro.

Insomma, non mi ha colpito particolarmente, anche se a volte non è stato terribile da leggere. Sono solo 160 pagine (per fortuna perché se fossero state di più non so se sarei sopravvissuta) e si leggono piuttosto velocemente.
Valutazione 5\10

Cosa ne pensate di questo libro? Lo conoscevate?
Ah, l'ho letto con una reading chain, quindi perdonami Alenixedda per i commenti v.v